Formula 1Gran Premio Messico

GP Messico, Hamilton: “Prestazione fantastica, ma…”

Mercedes in grande spolvero? Anche il secondo posto ottenuto da Russell ne è la prova. La vittoria è alla portata?

Per soli cinque millesimi, Hamilton non ha ottenuto il secondo posto sulla griglia di partenza del GP del Messico

Il crono ottenuto con il primo tentativo dal sette volte campione del mondo è stato cancellato a causa dei track limits non rispettati. Ma non sarebbe comunque bastato per ottenere la tanto agognata pole position. Inoltre, per soli cinque millesimi, Hamilton si è dovuto accontentare del terzo posto sulla griglia di partenza del GP del Messico. Red Bull come sempre si è mostrata inarrivabile con Verstappen, ma il risultato ottenuto fa ben sperare Mercedes in ottica del 2023. La crescita effettuata nel corso della stagione è esponenziale.

Mercedes in grande spolvero?

Hamilton nelle dichiarazioni post qualifiche del GP del Messico ha dichiarato: “Purtroppo il primo giro che credo fosse sufficiente per il secondo posto, seppur non lo so con certezza, è stato cancellato. Ma non sarebbe stato comunque all’altezza delle Red Bull, perché naturalmente molto veloci. Nonostante ciò è stata una prestazione fantastica, infatti sono fiero del mio team, perché è stata la miglior qualifica della stagione per noi. Questo dimostra che, la perseveranza a non mollare mai nonostante le difficoltà, ti porta a crescere. Perciò grazie mille a tutto lo staff, sia a quello presente in pista che a quello in fabbrica”.

Una prestazione super di Mercedes, dimostrata anche dal secondo posto ottenuto da Russell. Magari non in grande spolvero come ad Austin, ma c’è qualcosa che Hamilton può imparare dai buoni giri effettuati dal giovane britannico? A riguardo, il sette volte campione del mondo ha concluso così: “Ma in generale anche i miei giri sono stati piuttosto buoni. L’ultimo giro non è stato sufficiente, sicuramente c’erano dei margini di miglioramento e dobbiamo continuare a spingere. Ma sono comunque contento della mia posizione di partenza, perché la strada è lunga prima di arrivare alla prima curva. Infatti ne abbiamo parlato anche con George, secondo e terzo posto non sono le posizioni peggiori qui.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button