DichiarazioniFormula 1Gran Premio Italia

GP Italia, Bottas: “Il secondo posto non è una brutta posizione”

Il finlandese commenta la sua 8° qualifica della stagione 2020. A Monza domani scatterà in prima fila accanto a Lewis Hamilton

Lewis Hamilton con la Mercedes ha ottenuto la pole position del GP Italia 2020, seguito da Valtteri Bottas e dalla McLaren di Carlos Sainz

Si sono da poco disputate le qualifiche del GP Italia, ottava prova del mondiale di Formula 1 2020. Lewis Hamilton ha ottenuto la pole position e partirà domani in prima fila, con accanto Valtteri Bottas con la seconda W11. Alle spalle delle due Frecce Nere, in seconda fila ci sarà la McLaren di Carlos Sainz e la Racing Point di Sergio Perez.

Dopo essere stato autore del miglior tempo questa mattina nelle prove libere 3, Valtteri Bottas ha disputato una buona qualifica con un nuovo record della pista in 1’18″952, registrato al termine della Q2 che gli ha permesso di salire in prima posizione della classifica.

In Q3 entrambe le Mercedes si contendono la pole position, con tempi incredibili e distacchi minimi tra Bottas e Hamilton. Alla fine, il finlandese deve arrendersi di fronte al velocissimo compagno di squadra e accontentarsi della seconda posizione.

VALTERRI: “ERAVAMO MOLTO VICINI”

Le prime parole post qualifica del GP Italia di Valtteri Bottas, intervistato da Paul Di Resta, commentando il suo miglior giro con record della pista che ha ottenuto in Q2. Mentre nell’ultima sessione, il finlandese è sembrato come se gli fosse mancato qualcosa in più per poter far meglio di Lewis Hamilton: “Eravamo molto vicini, e me lo aspettavo. Per questo weekend, uscivo primo e quindi non lo so se la scia abbia fatto qualche differenza. Magari Lewis ha ottenuto un piccolo beneficio. Tuttavia, il secondo posto non è una brutta posizione dalla quale partire, ovviamente quando non sei davanti, non puoi guadagnare sul rettilineo”.

Paul Di Resta: “Ti trovavi fiducioso oggi dopo quello che avete fatto, con il grosso carico di carburante?”

“Sì sicuramente, ieri abbiamo fatto molto bene. Anche rispetto a Lewis sono andato molto forte, quindi vediamo domani in gara,” ha così risposto in conclusione il pilota della Mercedes.

Giorgia Meneghetti

Mi chiamo Giorgia, nata nel 1986, e residente a Fermo nelle Marche. Diplomata in Perito del Turismo, e con ottime conoscenze di lingue straniere: Inglese, Francese, Spagnolo. La Formula 1 è una delle mie più grandi passioni, che seguo dal 1998. I suoi protagonisti: piloti, monoposto, team mi hanno letteralmente stregata, tanto da spingermi a scrivere, raccontarla e viverla attivamente, sognando e sperando di poter un giorno incontrarli, e diventarne parte, e magari un lavoro.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back to top button

Lascia il tuo contributo

Ciao, non vogliamo riempire il tuo monitor di pubblicità, ma questi banner ci aiutano a darvi contenuti di qualità. Se vedi questo messaggio perché hai attivo un sistema di AdBlock che elimina gli annunci pubblicitari.