Formula 1Gran Premio Emilia Romagna

GP Imola 2022: quella clamorosa doppietta Red Bull che ha buttato giù la Rossa

Horner ritiene che la vittoria del GP del Made in Italy sia stata fondamentale dopo un inizio complicato in Australia

Il team principal della Red Bull crede che il successo di Imola sia stato uno sprint morale per affrontare quanto accaduto in Australia e nella lotta contro la Ferrari

Il numero uno della Red Bull Christian Horner ritorna a parlare della clamorosa vittoria a Imola nel corso della stagione 2022. La stagione appena conclusa non era cominciata bene per il team di Milton Keynes: nel corso del GP d’Australia Verstappen si è ritirato a causa di un problema di affidabilità, a soli venti giri dalla fine. Fu il secondo zero dell’anno, dopo aver dovuto abbandonare anche il Gran Premio inaugurale di Sakhir a poche tornate dalla bandiera a scacchi.

Tutti si aspettavano un netto dominio Ferrari anche perché il circuito romagnolo era favorevole alla F1-75. La vettura, d’altra parte, risultava essere più performante rispetto alla RB18, almeno nella prima parte della stagione. La Ferrari ha avuto un’auto migliore della nostra nelle prime gare, ma siamo stati in grado di resistere e questo è stato molto importante. Abbiamo sviluppato e migliorato il nostro RB18, abbiamo perso un po’ di peso ed è arrivata la velocità. I ragazzi sono stati fantastici tutto l’anno”, ha dichiarato Horner al portale web Motorsport.com.

Vincere ad Imola dunque è stato fondamentale per reagire agli insuccessi precedenti e ricaricare le pile. “Per me, uno dei momenti cruciali della stagione è stato Imola, con la Sprint e poi la gara, abbiamo vinto entrambe e inoltre abbiamo raggiunto la doppietta domenica. Abbiamo sconfitto Ferrari nella sua carriera di casa e penso che psicologicamente sia stato molto importante per noi come squadra”, ha riconosciuto l’ingegnere britannico.

Le parole di Max…

Il GP di Imola 2022 è stata una svolta per la Red Bull, ma soprattutto per Verstappen. Ha dato inizio alla lunga ascesa dell’olandese durante la scorsa stagione sino all’ottenimento del secondo titolo mondiale. Titolo che – che coincidenza! – è stato festeggiato proprio a Imola. Questo ha sicuramente fatto storcere il muso ai tifosi della Ferrari.

Da parte sua, Max Verstappen ricorda quanto sia stata importante quella seconda vittoria dell’anno dopo aver abbandonato due settimane prima in Australia. L’olandese era alquanto demoralizzato e non voleva sentire parlare del titolo, ma dopo essere salito sul gradino più alto del podio a Imola sentì che avrebbero avuto la possibilità di combattere e che il mondiale non era ancora perduto.

Il modo in cui abbiamo reagito dopo un weekend così duro in Australia è stato incredibile. Sapevo che avevamo molto potenziale, ma c’era troppo svantaggio. In seguito, abbiamo continuato a sviluppare l’auto sulla strada giusta e dopo quella vittoria a Imola sapevo che avremmo avuto la possibilità di vincere il Mondiale, ha detto Verstappen per concludere.

Federica Incatasciato

Siciliana, classe '97, a Torino. Ho una laurea magistrale in Ingegneria Biomedica. Sono perfezionista fino al midollo e super scaramantica, cerco di sfruttare sempre il mio tempo in maniera proficua per imparare più cose possibili. Mi piace leggere e scrivere di politica, storia, letteratura e Formula 1. Fin dal liceo ho coltivato la mia passione per le auto da corsa e in particolare per la Formula 1. Essendo un'ingegnere, della Formula 1 mi affascina molto tutto il lavoro che c'è dietro a quelle monoposto, frutto di studio, strategia e collaborazione all'interno del team.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button