DichiarazioniFormula 1Gran Premio Gran Bretagna

GP Gran Bretagna, Verstappen: “Molto sottosterzo”

Con qualche problema, l’olandese conquista la seconda posizione tra i due alfieri Mercedes

Verstappen chiude il venerdì con il secondo tempo più veloce dietro un affamato Hamilton. Domani la Sprint Race

In una Silverstone gremita di spettatori, ha luogo la prima “qualifica” anticipata della stagione. A seguito dell’introduzione del nuovissimo format della Sprint Race, prevista domani pomeriggio (e che sarà la qualifica ufficiale), il programma è stato del tutto stravolto: oggi, al posto delle solite due sessioni di prove libere, la FP1 e la qualifica che determinerà la griglia di partenza della breve e altrettanto imprevedibile gara di domani.

A conquistare la seconda piazzola nella casa dei campioni del mondo in carica è stato Max Verstappen. Per la prima volta dopo 3 weekend di gara consecutivi, l’olandese non è infatti riuscito a portare la sua Red Bull in prima posizione (anche se, come abbiamo detto, la vera qualifica è domani). Sarà stata la folla a sostegno del beniamino di casa, il più veloce, o un set-up non proprio ottimale sulla sua monoposto, o entrambe le cose, ma il leader della classifica dovrà fare i conti con un avversario agguerrito davanti a lui.

GP GRAN BRETAGNA, VERSTAPPEN: “MACCHINA OK MA DOBBIAMO RISOLVERE ALCUNI PROBLEMI”

Max Verstappen non è del tutto soddisfatto della sua performance. Il pilota della Red Bull si è infatti lamentato del sottosterzo e del bilanciamento non proprio perfetto: “La macchina stava andando bene, era ben guidabile, ma poi non so cosa sia successo e abbiamo avuto molto sottosterzo. Non ho potuto attaccare i cordoli; aspettavo solo che ci fosse più aderenza sull’anteriore. Una sensazione abbastanza strana perché non credo che fosse relativo all’assetto o all’ala anteriore. E’ andata come andata, siamo abbastanza vicini, quindi va bene così“, ha dichiarato nelle interviste di rito post qualifica ai microfoni inglesi di Sky Sports F1.

E per quanto riguarda la Sprint Race e la gara di domenica, Max è fiducioso di poter fare del suo meglio: “E’ una situazione strana. Si spinge tanto in qualifica e poi alla fine non significa niente per la pole e per il feeling. Vedremo domani. Pensiamo di avere una bella macchina per la gara. Dobbiamo però sistemare i problemi che abbiamo avuto in qualifica. Sono comunque abbastanza fiducioso di poter fare una bella gara”, ha concluso l’olandese.

Erika Mauri

Metà brianzola e metà romana, sono laureata in Lingue e attualmente studentessa magistrale di Linguistica applicata nella capitale; da sempre amo scrivere e lavorare con la lingua italiana in tutte le sue forme. Mi definisco una persona dinamica, intraprendente, coraggiosa e amante delle sfide, faccio della mia capacità organizzativa e del problem solving due delle mie qualità migliori, insieme alla facilità di collaborare con altri in gruppo e a un pizzico di anticonformismo. Amo viaggiare e sono appassionata di tecnologia, cinema, musica, lettura e, ovviamente, di Formula 1.

Altri articoli interessanti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button

Lascia il tuo contributo

Ciao, non vogliamo riempire il tuo monitor di pubblicità, ma questi banner ci aiutano a darvi contenuti di qualità. Se vedi questo messaggio perché hai attivo un sistema di AdBlock che elimina gli annunci pubblicitari.