Formula 1Gran Premio Gran Bretagna

GP Gran Bretagna, Sir Lewis Hamilton conquista una vittoria maestosa

Il riepilogo di quanto accaduto a Silverstone nel corso di una gara ricca di scenari inaspettati

Si è appena concluso il GP di Gran Bretagna, dove Sir Lewis Hamilton ritorna alla vetta dopo tre anni di assenza da quel gradino più alto

Il GP di Gran Bretagna festeggia quest’anno la sua 75° edizione, con tre inglesi che hanno avuto l’occasione di scattare proprio nelle prime tre posizioni. La redazione di F1World vi fa un riepilogo di quanto accaduto nella suggestiva Silverstone.

La partenza

Allo spegnimento dei semafori ottimo scatto di Russell che mantiene la prima posizione, così come Hamilton. Grande partenza di Verstappen che al via passa Norris e pensa subito all’attacco delle due Mercedes. Sainz sale in sesta e Leclerc in ottava. Nelle retrovie tutto regolare ad eccezione di Gasly, che al giro di formazione ha sentito dei problemi provenienti dalla sua monoposto, ed è rientrato al box, ritirandosi.

Partenza dalla pit-lane per Perez, con una gara all’insegna per la rimonta. Una partenza all’insegna delle nuvole ma già durante il secondo giro viene comunicato al pilota #44 che tra 25 minuti dovrebbe arrivare la pioggia, prevista per il giro 16. Bagarre tra Stroll-Leclerc per la settima posizione. Il monegasco è sotto al secondo dal canadese ma non trova lo spunto per effettuare il sorpasso. Riesce a sopravanzarlo nel giro 14/51.

Problemi di pioggia

Già dal giro 15 inizia a piovigginare e Norris aumenta il suo passo, arrivando sotto il secondo da Verstappen, superandolo nell’ultimo settore senza alcun problema. Il campione del mondo sembra soffrire le condizioni climatiche di Silverstone insieme alla sua monoposto, con Piastri che dopo il suo compagno di squadra, vuole tentare il sorpasso, riuscendoci in curva 15.

Davanti è lotta tra le due Mercedes, con Hamilton che supera Russell ed è il nuovo leader. Ma la pioggia porta entrambi in curva 1 ad andare lunghi, e Norris se ne approfitta, passa Russell e diventa secondo. Nel primo settore e nel terzo piove davvero tanto è colui che soffre di più inaspettatamente è Max Verstappen. Volano le due McLaren che vanno a sopravanzare i due Mercedes, cambiando lo scenario in pochi giri. Al giro 20/51 è 1-2 McLaren. Leclerc decide di azzardare è andare al box montando intermedia. Sainz rimane dentro ed è uno dei più veloci in pista, trovandosi sotto il secondo da Verstappen.

Pioggia atto II

Al giro 26 la pioggia sembra fare davvero capolino e stavolta i piloti sembrano intenzionati ad entrare al box. Verstappen e Sainz entrano e montano intermedia. In casa McLaren sacrificano Piastri ed entra Norris, mentre doppio pit-stop in casa Mercedes. Al giro 28 entra Piastri per montare l’intermedia, mentre Leclerc monta il secondo set nuovo di intermedia, ritornando in diciassettesima posizione.  Passando al resto del gruppo, ottima prima parte di gara di Hulkenberg in settima posizione, seguito da Stroll in ottava. Tsunoda in decima. 

Ma a Silverstone il colpo di scena è il ritiro inaspettato di Russell al giro 34, a causa di un problema di raffreddamento motore sulla sua vettura. Grande delusione per l’inglese che partiva in pole position. Mentre c’è una Mercedes che si ritira, un’altra punta alla vetta, con Hamilton che prova a fare pressing su Norris, cecando di prendersi la leadership. Male male Leclerc, che a causa del pit stop effettuato all’inizio, ha compromesso la sua gara.

The sun is coming

Al giro 38 inizia la danza dei pit stop per mettere le gomme slick. Piastri monta gomma media, Verstappen azzarda con la hard, mentre Hamilton punta alla soft, stessa scelta di Leclerc. Al giro 39 entra Norris che monta la soft, uscendo in seconda posizione, alle spalle del sette volte campione del mondo. Sainz segue la stessa scelta di Verstappen, montando la mescola più dura.

Gli ultimi dieci giri sono da cardiopalma per Hamilton che tenta con le unghie e con i denti di non essere sopravanzato da Norris e Verstappen, per puntare ad un meraviglioso successo. Il SuperMax si accende e passa al 48° giro Norris per la seconda posizione. Il gap è di tre secondi e mezzo da Hamilton, che lotta con tutto ciò che ha. Ma Sir Lewis c’è la fa e vince il GP Gran Bretagna davanti al suo pubblico, con un successo che mancava dal 2021. Secondo Verstappen, terzo Norris. Quinto Sainz che si aggiudica il giro veloce sul finale.

Valeria Caravella

La formula 1 è sempre stata una costante nella mia vita, sin da quando la guardavo a cavalcioni sulle gambe del mio papà. Ad oggi c'è la sto mettendo tutta per rendere la mia passione, il mio lavoro.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Pulsante per tornare all'inizio