Formula 1Gran Premio Giappone

GP Giappone, Verstappen: “Contento di essere in pole”

L’olandese conquista, con un’ottimo giro, la partenza dal palo del gran premio nipponico.

Grazie ad un vantaggio di soli 10 millesimi sul rivale al titolo, Verstappen, conquista la pole position del GP del Giappone

Una sessione di qualifiche, quelle del GP del Giappone, che hanno regalato a Max Verstappen la partenza dalla pole position. Il pilota campione del mondo, già dalla Q1, tranne per la seconda sessione di qualifiche, è sempre stato in testa come pilota più veloce. Nel circuito della Honda, l’olandese, vuole cercare di chiudere il discorso sul titolo mondiale già nella gara di domani. Ma alla partenza dovrà stare attento alle due monoposto della Rossa, pronte a rimandare la festa al pilota numero uno. Storicamente la partenza, del GP del Giappone, ha sempre regalato ritiri a carambola, Verstappen dovrà stare attento a non concludere la gara anticipatamente. Però, il pilota Red Bull, dovrà stare attento alla decisione della FIA sul impeding ai danni di Norris.

Alle domande di rito nel post qualifica, Verstappen, spiega che: “È stato davvero incredibile tornare a gareggiare qui, a Suzuka, durante questa sessione di qualifiche a basso carburante. Durante il mio ultimo giro ho perso una parte del condotto, non mi sono potuto migliorare“. Sul quasi incidente con Norris, si esprime dicendo: “Stavo andando piuttosto piano, volevo scaldare le gomme a causa delle condizioni della pista. Mi sono spaventato e per fortuna Lando è riuscito a evitarmi e non è successo nulla di grave“. Alla domanda sulla gara di domani, l’olandese, parla dicendo: “Sarà interessante vedere il meteo. Dobbiamo soltanto vedere quello che succederà, io mi sento in fiducia con la vettura“, Verstappen conclude cosi la propria intervista.

L’olandese campione del mondo se..

Verstappen diventa campione del mondo se:

  • Vince la gara con il giro veloce;
  • Arriva in seconda posizione ( con Leclerc non arriva sopra il quinto posto non facendo giro veloce e Perez non arriva a podio e non fa giro veloce);
  • Arriva in terza posizione con il giro veloce (con Leclerc non sopra la sesta posizione e Perez non meglio della quinta piazza);
  • Arriva in quarta posizione (con Leclerc non sopra l’ottava posizione, non facendo giro veloce, e Perez non meglio della settima posizione, senza giro veloce);
  • Arriva in quinta posizione (con Leclerc non sopra la nona posizione, non facendo giro veloce, e Perez non meglio dell’ottava posizione, senza giro veloce);
  • Arriva in sesta posizione (con Leclerc non arriva a punti e Perez non meglio della nona posizione, senza giro veloce);

Mattia Peddis

Sono Mattia uno studente di scienze politiche con la passione per la Formula 1 e per la politica. Il mio obbiettivo è quello di trasmettere la mia passione per il Motorsport attraverso la scrittura

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Pulsante per tornare all'inizio