Formula 1Gran Premio Giappone

GP Giappone, la conferenza stampa dei top team

Le parole dei piloti appartenenti ai top team in occasione della conferenza stampa del GP del Giappone che ritorna in calendario dopo due anni

In occasione del GP del Giappone che potrebbe decretare con quattro weekend d’anticipo Max Verstappen campione del mondo, vi riportiamo le parole dei piloti dei top team rilasciate in occasione della consueta conferenza stampa del giovedì

La Formula 1 finalmente ritorna a Suzuka in occasione del GP del Giappone dopo due anni di assenza a causa della pandemia da Covid-19, e ci ritorna con auto totalmente rivoluzionate e con i piloti che dovranno nuovamente adattarsi alla pista tuttavia, non mancherà il calore dei tifosi asiatici che sono una goduria anche per gli occhi grazie ai loro stravaganti e simpatici gadget made in case.

SAREBBE SPECIALE DICE MAX…

Quello di Suzuka sarebbe il secondo match point per il campione del mondo in carica della Red Bull per riconfermarsi, dopo quello perso a Singapore dopo che la propria squadra per un errore di calcolo gli ha compromesso le qualifiche. Tuttavia, ci sono tutti i presupposti per essere tranquillo con la mancanza della sola matematica a confermare il risultato e difatti con grande ottimismo, Max Verstappen ha sostenuto: “Non vedo l’ora di cominciare qui”.

Proseguendo nelle sue parole Max Verstappen, non è potuto mancare un cenno al pubblico e soprattutto al partner Honda, che sta rendendo gli ultimi due anni dell’olandese davvero speciali: “Si torna su una pista fantastica, anche per il pubblico. Per noi è speciale anche per il coinvolgimento di Honda. Vincere il titolo qui? Lo renderebbe più speciale dato il rapporto con Honda, ma servirà il weekend perfetto. Qui i tifosi sono pazzi, ma in senso positivo. C’è una grande cultura per il motorsport”.

SEGNALI POSITIVI

Il giovane pilota della Mercedes George Russell, ha dapprima fatto i complimenti allo storico Circuito di Suzuka che ospiterà l’intero weekend, sostenendo come sia: “Uno dei circuiti più belli della F1, una gioia venire qui. Le “esse” del primo settore lo rendono iconico. Sarà divertente in qualifica, ma la gara poi è sempre unica. Vedremo come andrà”.

Per concludere, ha effettuato una breve analisi di ciò che è stata la gara in notturna di Singapore: “Gara difficile a Singapore domenica scorsa, ma quando sai che non ci sarà una gara lineare va così. Però dopo la pausa estiva abbiamo capirò meglio la macchina e preso una strada più chiara. Ci sono ancora dei segnali positivi, anche se qui a Suzuka credo che faticheremo di più”.

DOBBIAMO CONCENTRARCI LA DOMENICA

Il monegasco di casa Ferrari nella conferenza del giovedì, ha analizzato quali potrebbero essere le difficoltà sul circuito giapponese, affermando come: “Il primo settore rende speciale Suzuka. Se sbagli una curva… sbagli tutto. E poi c’è la grande passione e creatività dei fan. Bello essere qui”.

Per concludere, ha parlato di quali sono i suoi obiettivi e i programmi per domenica: “Che gara sarà? Abbiamo una macchina solida, ma sappiamo che la Red Bull sarà ancora forte. A Singapore non abbiamo fatto grandi errori, se c’è stata una partenza non perfetta è stata colpa di una chiazza di bagnato, cosa che non ha riguardato solo me. Dobbiamo usare le ultime gare e concentrarci sulla domenica. Siamo stati sempre in lotta per vincere, salvo eccezioni. Dobbiamo mettere tutto assieme per fare il passo che ci permetta l’anno prossimo di lottare per il campionato”.

Ruggiero Dambra

Mi chiamo Ruggiero e sono un ragazzo pugliese di 24 anni, studente di giurisprudenza (presso l'Università degli Studi di Bari) e appassionato di Formula 1 fin da bambino. La mia "carriera" come editore inizia nel 2013 con la creazione di un piccolo blog dedicato inizialmente alla cronaca, per poi passare ad occuparmi interamente di motorsport. In seguito ho scritto per diversi siti riguardanti la F1, fino ad iniziare la mia avventura con F1world nel settembre 2018. Accreditato dalla Federazione Internazionale dell'Automobilismo (FIA) potrete vedermi qualche volta in giro nel paddock. Quando mi chiedono chi vincerà il mondiale secondo me, io rispondo: "Il migliore".

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Pulsante per tornare all'inizio