DichiarazioniFormula 1Gran Premio Francia

GP Francia, Hamilton spera nella pioggia: “Weekend difficile”

Il pilota inglese conquista la seconda posizione alle spalle di Verstappen. Domani sarà ancora lotta corpo a corpo tra i due

Il numero 44 di casa Mercedes domani partirà secondo e spera nel meteo, dopo una prima parte di weekend complicata 

Venerdì e sabato non proprio facili per Lewis Hamilton. Sulla vettura dell’inglese sette volte campione del mondo è stato infatti cambiato il telaio e sostituito con quello precedentemente appartenuto a Valtteri Bottas. In casa Mercedes, stanno portando avanti una serie di test per capire meglio il funzionamento delle due monoposto, che nel corso dei due precedenti appuntamenti mondiali hanno mostrato qualche punto debole di troppo.

Ma, nonostante questo, la vettura numero 44 è riuscita a conquistare la seconda piazzola in griglia, alle spalle della Red Bull di Max Verstappen, poleman di giornata. Domani, alle ore 15:00, la gara. 

GP FRANCIA, HAMILTON NEL POST QUALIFICHE: “NON MI SONO TROVATO A MIO AGIO SULLA MACCHINA”

Nelle interviste di rito post qualifiche, Hamilton saluta il pubblico sulle tribune e descrive gli alti e i bassi di un fine settimana complicato: “Prima di tutto, voglio ringraziare tutti. Ci sono bandiere inglesi e tantissime persone presenti. Mi scalda il cuore rivederle qui dopo il difficile periodo che abbiamo passato. E’ un weekend davvero molto difficile mentalmente, non tanto fisicamente, per cercare di portare la macchina in una buona posizione. Non crederesti a quanti cambiamenti sono stati apportati dalla prima sessione di prove libere, girando e girando, finendo per tornare più o meno a come eravamo partiti. Ma, in generale, non mi sono trovato a mio agio in macchina. Ho visto che alcuni hanno azzardato delle supposizioni e sono felice di aver dimostrato il contrario”. 

Lewis fa i complimenti al suo diretto rivale e si aspetta una gara combattuta: “Faccio i miei complimenti a Max per l’ottimo lavoro di oggi. E’ incredibilmente veloce. La gara è nelle nostre mani e amiamo le battaglie, quindi continuiamo a spingere, combattere e a dare tutto ciò che abbiamo. Durante le prove è stato molto difficile, come ho detto. Sul long run erano più veloci di noi, ma ora la monoposto si trova in una posizione differente, quindi adesso cercherò di tirare fuori il meglio che posso. Domani sarà interessante, non so, probabilmente con la pioggia. Sono contento”, ha poi concluso l’inglese. 

Erika Mauri

Metà brianzola e metà romana, sono laureata in Lingue e attualmente studentessa magistrale di Linguistica applicata nella capitale; da sempre amo scrivere e lavorare con la lingua italiana in tutte le sue forme. Mi definisco una persona dinamica, intraprendente, coraggiosa e amante delle sfide, faccio della mia capacità organizzativa e del problem solving due delle mie qualità migliori, insieme alla facilità di collaborare con altri in gruppo e a un pizzico di anticonformismo. Amo viaggiare e sono appassionata di tecnologia, cinema, musica, lettura e, ovviamente, di Formula 1.

Altri articoli interessanti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button

Lascia il tuo contributo

Ciao, non vogliamo riempire il tuo monitor di pubblicità, ma questi banner ci aiutano a darvi contenuti di qualità. Se vedi questo messaggio perché hai attivo un sistema di AdBlock che elimina gli annunci pubblicitari.