DichiarazioniFormula 1Gran Premio Francia

GP Francia 2019, Ferrari sapore agrodolce: Leclerc sul podio; Vettel ottiene il giro veloce

È stato un Gran Premio di Francia 2019 dal sapore agrodolce per la Ferrari. Vettel ripara ai danni ottenendo il giro più veloce della gara

È stato un Gran Premio di Francia 2019 dal sapore agrodolce per la Ferrari. Se a Maranello sorridono per l’ottima terza posizione ottenuta da Charles Leclerc, che proprio nei giri finali della corsa ha provato a incalzare Bottas, Vettel ha ammesso di non essere soddisfatto del suo quinto posto.

Il tedesco della Ferrari ha provato a massimizzare il risultato odierno. Al 51esimo giro è stato fatto rientrare ai box dalla squadra per un velocissimo cambio gomme in modo da permettergli di andare a caccia del punto che spetta al pilota autore del giro veloce: “Penso che la quinta posizione di oggi sia il massimo che potevamo ottenere visto che il passo di Charles, Max e mio erano molto simili. Almeno il giro veloce mi ha regalato un punto in più – ha raccontato Seb in conferenza stampa – Ho avuto una gara abbastanza solitaria, a parte un po’ di confusione all’inizio, visto che lo spegnimento dei semafori ci ha presi un po’ tutti di sorpresa. È stato divertente duellare con le McLaren, prima con Norris e poi con Sainz. Il primo stint è andato piuttosto bene, e questo mi ha permesso di accorciare la distanza da Charles e Max, poi nella seconda parte di gara ho avuto un po’ di problemi di bilanciamento in più e non mi sentivo totalmente a mio agio con la vettura“.

Nonostante tutto il lavoro svolto tra fabbrica e pista, la possibilità effettiva di battere la Mercedes in condizioni normali sembra ancora lontana: “Ci rimane da capire perché venerdì sia stata una giornata così complicata, con alcuni dei pezzi che abbiamo portato che non hanno funzionato come speravamo – ha proseguito il tedesco della Ferrari – La nostra vettura non è ancora abbastanza forte e spetta a noi migliorarla. Non abbiamo ancora il passo per battere Mercedes ma so che tutti a Maranello lavorano con tanta pressione positiva e passione“.

 

Eleonora Ottonello

Mi chiamo Eleonora e sono di Genova. Scrivo per passione, nella vita di tutti i giorni sono un'educatrice cinofila. Non ho paura di dire (forse è meglio dire scrivere) quello che penso. Per me la sincerità e la franchezza sono alla base di ogni rapporto umano. Sono pignola e puntigliosa ma disordinata e pasticciona allo stesso tempo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Pulsante per tornare all'inizio