DichiarazioniFormula 1Gran Premio 70° Anniversario

GP F1 70, Hamilton: “Il mio giro non è stato perfetto”

Il pilota delle Frecce d’Argento si è piazzato secondo dietro il proprio compagno di squadra Bottas. Anche questa volta, la prima fila è ancora firmata Mercedes

Per la pole numero 92, il britannico dovrà attendere il prossimo weekend. Questa volta è stato il finlandese a conquistare la pole position con gomma media, fermando il cronometro sull’1:25:154, appena 63 millesimi in meno del sei volte campione del mondo

Il “figlio del vento”, come lo ha chiamato nel suo omonimo libro Mara Sangiorgio, forse questa volta è stato tradito proprio da quell’elemento naturale che fino a qui lo ha spinto con tutta la sua forza. Il numero 44 è sembrato infatti infastidito dalle forte raffiche d’aria che si sono abbattute per tutta la giornata sul circuito di casa; ma, nonostante tutto, non ha commesso errori e sa bene che è domani che si fa sul serio, magari sperando in quella stessa dose di buona fortuna che lo ha accompagnato fino alla linea del traguardo la settimana scorsa.

Questa volta, il sei volte campione del mondo si è dovuto accontentare della seconda piazzola in griglia, alle spalle del diretto avversario, che è fresco fresco di rinnovo con Mercedes. Forse questa è stata la spinta in più, l’asso nella manica del finlandese per la pole di oggi.

HAMILTON SCONTENTO: POCHE PAROLE E TESTA BASSA

Non è il solito ragazzo loquace questo pomeriggio l’inglese. Ai microfoni di Sky Sports F1, dopo una qualche fugace occhiataccia al compagno di team, poleman del giorno (d’altronde, Lewis ci ha abituato col suo spirito da combattente, mai sazio dei risultati ottenuti in pista, soprattutto se lo sfondo della battaglia è quello di casa), Hamilton ha infatti commentato mestamente il suo giro di qualifica, a suo dire, “imperfetto”: “Non è stato un giro grandioso il mio, devo dire. Valtteri ha fatto un ottimo lavoro e si è meritato la pole; il mio giro invece non è stato perfetto” – ha affermato Lewis.

E per quanto riguarda la strategia di domani, Hamilton ha sottolineato che, viste le difficoltà dello scorso GP, crede sia impossibile che ci si fermerà ad una singola sosta ai box: “Non penso che qualcuno possa farcela con queste gomme più soft. Già è stato difficile la scorsa settimana; anzi, la gomma nemmeno è arrivata alla fine. Quindi non penso che questa volta qualcuno possa fare una gara con una sola sosta domani” – ha poi concluso.

Pubblicità

Erika Mauri

Metà brianzola e metà romana, sono laureata in Lingue e attualmente studentessa magistrale di Linguistica applicata nella capitale; da sempre amo scrivere e lavorare con la lingua italiana in tutte le sue forme. Mi definisco una persona dinamica, intraprendente, coraggiosa e amante delle sfide, faccio della mia capacità organizzativa e del problem solving due delle mie qualità migliori, insieme alla facilità di collaborare con altri in gruppo e a un pizzico di anticonformismo. Amo viaggiare e sono appassionata di tecnologia, cinema, musica, lettura e, ovviamente, di Formula 1.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button