Formula 1Gran Premio Gran BretagnaPagelle

GP Gran Bretagna, le pagelle del quarto appuntamento

Tra colpi di scena e giri piuttosto monotoni, proviamo a valutare le prestazioni dei vari piloti

Un GP di Gran Bretagna insolito, che ha visto uno sconvolgimento della classifica proprio sul finale

Il quarto appuntamento del Mondiale di Formula 1 ha riservato diverse sorprese per appassionati e tifosi. Con due incidenti, due Safety Car e diversi problemi agli pneumatici, il GP di Gran Bretagna ha fatto provare gioie e dolori. Ma la parola chiave di questo Gran Premio è stata “sorpresa”. E proprio da questi spunti, partiamo con il classico appuntamento delle pagelle del lunedì. 

Lewis Hamilton 9: il padrone di casa ha dominato dall’inizio alla fine. Tempi alieni per la sua monoposto, con distacchi piuttosto netti sia dalla Mercedes del compagno di squadra, sia dalla Red Bull di Max Verstappen. Sul finale è stato protagonista di una rocambolesca vittoria. Anche con uno pneumatico completamente squarciato, è riuscito a conquistare la vittoria. Fortuna o straordinaria abilità? 

Max Verstappen 8: il giovane olandese ha una vettura competitiva. Non abbastanza per raggiungere le Frecce Nere, ma sicuramente migliore delle altre monoposto. Guidando in solitaria per tutto il GP di Gran Bretagna non ha comunque commesso errori, portandosi a casa un ottimo secondo posto. 

Charles Leclerc 8: il monegasco ha una grande tenacia e forza di volontà, dimostrata sia in qualifica che in gara. Nonostante le prestazioni Ferrari non soddisfino le aspettative, è riuscito a mantenere la monoposto piuttosto salda al quarto posto per tutta la durata della gara. Il colpo di scena della foratura di Bottas lo ha avvantaggiato, portandolo ad un comunque meritato terzo gradino del podio. 

Daniel Ricciardo 8: il futuro pilota McLaren ha fatto un’ottima gara. Con una Renault non troppo competitiva, è riuscito a conquistare un quarto posto che gli dà molta fiducia. La sua esperienza si è vista nei sorpassi, sempre precisi e mai scorretti. 

Lando Norris 7: il compagno di Sainz è riuscito a gestire abbastanza bene una gara difficile. Non ha brillato particolarmente, messo in difficoltà sia dalle Renault che dalla Racing Point di Stroll. Nonostante ciò, si è dimostrato tenace nel voler mantenere la posizione, anche a costo di gareggiare contro il suo compagno di squadra. 

Esteban Ocon 7: la new entry in casa Renault sta dimostrando molto in queste prime gare. Il francese è caparbio, non si lascia sorpassare facilmente. E questa forza d’animo l’ha messa in pista durante questo GP di Gran Bretagna. Ottimo sesto posto per lui. 

Pierre Gasly 8: il giovane francese sta facendo molto bene con Alpha Tauri. Dopo lo spavento per l’incidente del suo compagno di squadra Kvyat, Gasly si è acceso, iniziando una serie di sorpassi a regola d’arte. Sorpassi che gli hanno permesso di portare in cascina un settimo posto niente male. 

Alexander Albon 6.5: l’anglo-thailandese è in un periodo di difficoltà, e si vede. Dopo un incidente durante le prove libere di venerdì e delle qualifiche poco produttive, la gara non è andata proprio come si aspettava. Nonostante i 5 secondi di penalità per aver causato un incidente con Magnussen, è riuscito a recuperare molte posizioni in pochissimo tempo. 

Sebastian Vettel 7.5: il pluri Campione del Mondo non ha feeling con la monoposto. Purtroppo, ha avuto problemi per tutto il weekend, saltando praticamente una sessione di prove libere. In gara è emersa la difficoltà nella gestione della sua vettura. Nonostante ciò, il tedesco è riuscito a mantenersi costante per tutto il GP. Ed è anche riuscito a tenersi alle spalle un Bottas furioso dopo la foratura. 

Valtteri Bottas 6: è stato un Gran Premio piuttosto sfortunato quello del finlandese. Partito secondo, non è riuscito a concretizzare nemmeno un sorpasso su Hamilton, troppo distaccato da lui. Sul finale, si è visto svanire la possibilità di podio a causa di una foratura. Tornato ai box, con gomme nuove, non ha nemmeno preso punti. 

Gli altri: Stroll 6, Russell 6, Sainz 6, Giovinazzi 5, Latifi 5, Grosejean 6.5, Raikkonen 5.5, Kvyat e Magnussen hanno avuto, invece, la gara compromessa. 

Pubblicità

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button