DichiarazioniFormula 1Gran Premio Giappone

GP del Giappone cancellato, Honda delusa

Sia Watanabe che Tanaka si dichiarano molto delusi dalla cancellazione del Gran Premio nipponico per il secondo anno di fila

Il GP del Giappone è stato cancellato, e Honda, che puntava su un grande evento, ne è rimasta delusa: una decisione difficile ma necessaria

Purtroppo, anche questa stagione motoristica ha visto diversi Gran Premi cancellati. Dopo la tappa australiana, e quella di Singapore, ora tocca anche alla gara giapponese dare forfait causa emergenza Covid-19. Così, per il secondo anno di fila, la Formula 1 non vedrà il GP del Giappone, e Honda, che puntava sia sulla partnership con Red Bull e AlphaTauri sia sul giovane giapponese Yuki Tsunoda, ne è rimasta parecchio delusa.

DELUSIONE DA PARTE DI HONDA

A tal proposito è intervenuto con alcune dichiarazioni Koji Watanabe, Chief Officier for Brand and Communication Operations di Honda: “È un peccato che, per il secondo anno consecutivo, non sia stato possibile organizzare il Gran Premio del Giappone di Formula 1 a Suzuka. Come Honda, siamo particolarmente delusi. Siamo delusi perché questo è l’ultimo anno del nostro progetto di Formula 1. Siamo anche consapevoli che tanti fan non vedevano l’ora di partecipare all’evento”. 

La stagione 2021 si sta avviando verso una conclusione emozionante. Noi daremo comunque il massimo, lottando duramente per raggiungere il nostro obiettivo di vincere il campionato mentre questo progetto Honda all’interno di Formula 1 giunge al termine”, ha affermato Watanabe. 

DECISIONE DOLOROSA E DIFFICILE

Anche il presidente della Mobilityland Corporation, Kaoru Tanaka, è intervenuto, affermando: “Questa è stata una decisione molto dolorosa, deplorevole e deludente da prendere per noi. Ci stavamo preparando e non vedevamo l’ora di disputare il Gran Premio del Giappone per la prima volta dopo due lunghi anni. Ma semplicemente non abbiamo avuto altra scelta che annullarlo. 

Abbiamo lavorato a lungo e duramente per prepararci all’evento. E una delle grandi motivazioni è stato un forte desiderio di vedere il ​​ritorno della gara di casa di Yuki Tsunoda, il primo pilota di Formula 1 di origine giapponese in sette anni. Ripeto, è stata una decisione estremamente dolorosa per noi dover annullare il Gran Premio del Giappone per il secondo anno consecutivo. Ma da questo momento in poi, inizieremo a prepararci per il GP della prossima stagione“, afferma Tanaka per concludere.

Altri articoli interessanti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button

Lascia il tuo contributo

Ciao, non vogliamo riempire il tuo monitor di pubblicità, ma questi banner ci aiutano a darvi contenuti di qualità. Se vedi questo messaggio perché hai attivo un sistema di AdBlock che elimina gli annunci pubblicitari.