2019DichiarazioniFormula 1Gran Premio Brasile

GP Brasile 2019: Leclerc Monsieur Fairplay

Ferrari shock: a causa di una battaglia ravvicinata in cui non vi è stato alcun ordine di scuderia, entrambi i piloti sono costretti al ritiro per un contatto. Il monegasco spiega il suo punto di vista

Un Gran Premio del Brasile da dimenticare per le due Ferrari, dopo un contatto tra Sebastian Vettel e Charles Leclerc che sono così costretti entrambi al ritiro

Ferrari shock, in quella che è sicuramente una giornata da dimenticare per il team di Maranello. In una battaglia ravvicinata, non gestita dal muretto che ha preferito lasciar liberi di lottare i propri piloti, nessuno dei due ferraristi ha avuto la meglio, anzi Sebastian Vettel così dice addio alla possibilità di raggiungere il terzo posto nel Mondiale Piloti, mentre per Charles Leclerc le cose si complicano e l’ultima gara ci dirà chi tra lui e  Max Verstappen avrà la meglio, seppur quest’ultimo ha ben 11 punti di vantaggio.

A fine gara, un Charles Leclerc davvero dispiaciuto, spiega il suo punto di vista affermando: “Sicuramente la situazione sarà da analizzare dopo con tutto il team. Innanzitutto siamo entrambi dispiaciuti per come sia andata in quanto il team merita il meglio. Dal punto di vista della mia monoposto, dalla curva 1 alla curva 4 sapevo che Seb mi avrebbe sorpassato, quando lui è andato all’interno anch’io sono andato all’interno, quando si è spostato verso l’esterno invece non c’era molto spazio, così a fine rettilineo ci siamo toccati e la gara è finita qui.

MONSIEUR FAIRPLAY NON SCARICA TUTTA LA COLPA A VETTEL

“Non so chi dei due abbia maggiormente colpa, non voglio parlarne adesso. Questo episodio non condizionerà il nostro rapporto in quanto tutti e due siamo abbastanza maturi da capire che queste cose accadono, sicuramente è successo nel momento più sbagliato in quanto entrambi battagliamo per il terzo posto del Mondiale Piloti. Sono molto dispiaciuto ma sono sicuro che i rapporti rimarranno uguali” ha così concluso il monegasco.

Topics
Pubblicità

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close