2019DichiarazioniFormula 1Gran Premio Brasile

Binotto: “Incidente Vettel-Leclerc lesivo per il team”

Il capo del muretto Ferrari ha commentato lo scontro fratricida tra i due alfieri in rosso, che ha visto l’estromissione dalla corsa di ambedue le SF90

Non sarà un post-gara semplice per il muretto Ferrari, (ri)piombato nell’incubo di una gestione piloti problematica

L’incidente che ha eliminato le due Ferrari dal Gran Premio del Brasile è destinato a far discutere. I due alfieri in rosso sono stati ‘telecomandati’ dal muretto per l’intera stagione e alla prima occasione di combattere ad armi pari hanno causato il patatrac. Vettel e Leclerc battagliavano per il podio con Albon, dopo che la Safety Car, entrata per prelevare dalla pista la W10 in panne di Bottas, aveva rimescolato le carte nei giri precedenti.

La dinamica dello scontro non può che riportare alla mente quella tra le due Red Bull in Turchia nel 2010, con un unico comune denominatore: anche in quel caso c’era Vettel. E anche in quel caso un minimo scarto del tedesco risultò fatale. Ma il muretto, per ora, non vuole sentire parlare di colpe specifiche (“La responsabilità è di entrambi” ha asserito Binotto). Leclerc si è ritrovato con l’anteriore destra fuori uso, come la posteriore sinistra del tedesco. Morale: ambedue hanno abbandonato la corsa, lasciando a Verstappen 25 punti preziosissimi, se si considera che arriveranno allo spareggio di Abu Dhabi in svantaggio dal pilota Red Bull per il terzo posto nel Mondiale Piloti.

CONCORSO DI COLPA

Intervistato da SkySport, il team principal Ferrari Mattia Binotto ha così commentato: “Siamo delusi e dispiaciuti. I due piloti devono rendersi conto conto che, col loro comportamento, hanno danneggiato la squadra. Non voglio attribuire ora delle colpe: analizzeremo con calma l’accaduto visionando le immagini. Certe cose, quando accadono in questa maniera, sono il risultato di un concorso di colpa. Entrambi hanno la loro dose di responsabilità avendo tenuto un atteggiamento controproducente per noi”.

“Il secondo posto nel campionato Costruttori è già garantito, quindi oggi erano liberi di lottare. Loro si stanno giocando la posizione nel Mondiale Piloti e questo incidente non va bene. Non è così che funziona. Ho già parlato con loro, prima di rilasciare qualsiasi dichiarazione nelle interviste. Valuteremo ora se fare il briefing” ha concluso Binotto.

Topics
Pubblicità

Luca De Franceschi

Sono Luca, studio Lettere e seguo la Formula 1 da una decina d'anni. Mi sono appassionato a questo sport durante l'era dei successi di Michael Schumacher con la Ferrari, per poi assistere alle prime vittorie di Fernando Alonso, Lewis Hamilton e Sebastian Vettel. A casa ho diversi DVD sulla storia di questo sport, che mi hanno fatto conoscere i piloti e le auto del passato. Ho anche la passione dei kart, sui quali ogni tanto vado a girare.

Un commento

  1. Mi spiace Vettel ma ti sei comportato male, il tuo compagno ti aveva superato quindi lo dovevi lasciare proseguire, se veramente la tua macchina era più potente, l’avresti superata più avanti, cosi perderai il terzo posto nel mondiale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close