Formula 1Gran Premio Belgio

GP Belgio, Red Bull è la prima a scendere in pista

Il team di Milton Keynes e Max Verstappen ci offrono un’anteprima di quello che è il rinnovato circuito di Spa-Francorchamps

Il Campione del Mondo in carica protagonista di alcuni giri con la Red Bull del 2011 sul “nuovo” circuito che tra pochi giorni ospiterà il GP del Belgio

Archiviata la “non gara” della scorsa stagione, e con una conferma in calendario ancora da ottenere, il tracciato di Spa-Francorchamps si prepara a tornare protagonista nel Circus di Formula 1. Nel frattempo però, c’è già qualcuno che ha avuto il privilegio di poter assaggiare in anticipo le modifiche apportate al tracciato. Tramite un video pubblicato sui propri canali social, Red Bull ha mostrato la preparazione di Max Verstappen per l’imminente GP del Belgio.

Il filmato, intitolato From Sim To Reality, vede il pilota olandese affrontare alcuni giochi al simulatore. L’azione successivamente si sposta nella realtà, con l’alfiere della scuderia austriaca a bordo di una show car, la RB7, tra le storiche curve del circuito belga. Le riprese, tuttavia, risalgono all’inizio dell’anno. Come si può notare, infatti, sullo sfondo si vede come i lavori siano ancora in corso di svolgimento. Nonostante sia stata utilizzata una monoposto di parecchi anni fa, ciò avrà comunque contribuito a un’iniziale presa di misure dei cambiamenti.

Una Spa rinnovata ma non snaturata. Modifiche volte a migliorare la sicurezza, zone riasfaltate e nuove vie di fuga in ghiaia

Figlie di una ristrutturazione venuta a costare in totale ben 80 milioni di euro, le migliorie influiranno sia sull’azione in pista che non. Oltre al riposizionamento delle barriere di sicurezza nel famoso tratto Eau Rouge-Radillon, le novità riguardano anche l’avvenuta riasfaltatura in alcune parti del tracciato. Non è però finita qui, come sottolineato da Mario Isola, responsabile Pirelli: “Spa ha subito alcuni dei più grandi cambiamenti dell’era moderna in Formula 1. Oltre al nuovo asfalto presente in cinque curve, ci sono quattro nuove zone di ghiaia più vicine alla pista. Per cui – conclude – i piloti dovranno prestare maggiore attenzione“.

Martina Luraghi

Amante dello sport: a primeggiare sono ovviamente i motori, ma anche il calcio e un pizzico di tennis. Tra gli altri interessi spiccano la musica e tutto ciò che riguarda il Giappone, da cui nasce la mia voglia di viaggiare. Il mio grande obbiettivo è far diventare la mia passione un vero e proprio lavoro, arrivando a girare per i paddock di tutto il Mondiale di Formula 1. "Believe it." è da sempre il mio motto che rispecchia il mio carattere ambizioso e la determinazione che ho nel raggiungere i miei sogni. Può sembrare banale, ma voglio svegliarmi la mattina essendo felice perchè faccio quello che amo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back to top button

Lascia il tuo contributo

Ciao, non vogliamo riempire il tuo monitor di pubblicità, ma questi banner ci aiutano a darvi contenuti di qualità. Se vedi questo messaggio perché hai attivo un sistema di AdBlock che elimina gli annunci pubblicitari.