Formula 1Gran Premio BelgioPagelle di Formula 1

GP Belgio, pagelle: un leone tra le Ardenne

La coppia Red Bull gongola, la Ferrari da un forte segnale e Aston Martin delude: ecco chi sono i promossi e i bocciati della gara più iconica del mondiale

Verstappen si dimostra sempre più dominatore, Leclerc rappresenta la resilienza e un Perez ritrovato: queste sono le pagelle del GP del Belgio

L’ultima gara prima della pausa estiva è il riassunto del mondiale 2023: Verstappen non lascia neanche le briciole agli avversari. L’olandese, rimontando dalla sesta posizione, vince e inizia a sentirsi sempre di più un tre volte campione del mondo. Perez conclude in seconda posizione, conquistando la quinta doppietta stagionale, con Leclerc a chiudere il podio. Nella gara tra le Ardenne si è vista una Ferrari in crescita, così come la McLaren, mentre si è assistito all’ennesimo fallimento di Aston Martin. Voti eccelsi per chi ha saputo adattarsi all’università della Formula 1, affiancati da pesanti bocciature su chi ci si aspettava di più: ecco le pagelle del GP del Belgio.

I promossi

Max Verstappen – 10 e lode

La perfezione può essere definita come l’apice dell’eccellenza o la qualità suprema in ogni aspetto. Tuttavia, dopo questo mondiale, si potrebbe aggiungere che perfezione è la stagione 2023 di Verstappen. L’olandese, dopo aver conquistato la prima posizione, non si è guardato indietro, dimostrando una dominanza che ricorda il miglior Schumacher. Ottava vittoria di fila per l’olandese e distacco sulla seconda posizione sempre più ampio. Week-end ottimo, per Super Max, dalla doppia pole conquistata alla vittoria del sabato bissata la domenica.

Charles Leclerc – 9

Una prestazione molto intelligente. Il monegasco sa che non può competere con le Red Bull e decide di “accontentarsi” di una terza posizione, che per la stagione della Rossa significa molto. Un risultato che rilancia la Ferrari nella corsa per la seconda posizione nel mondiale costruttori. Anche dalle dichiarazioni, Leclerc sembra aver acquisito fiducia e se avrà una monoposto competitiva l’anno prossimo, potrà dimostrare il suo valore.

Hamilton e Perez – 8

Stesso voto ma per motivazioni diverse. L’inglese sembra essere tornato giovane e competitivo, mentre il messicano delude, ma si deve riconoscere l’ottimo risultato. Perez è il migliore tra gli umani perché Verstappen è un alieno, e Hamilton, se non fosse stato per il miglior Leclerc della stagione, avrebbe conquistato il podio. Checo, dopo esser riuscito a passare in prima posizione, è stato sovrastato dalla potenza del compagno di scuderia e si è ritrovato relegato in seconda posizione. Il sette volte campione del mondo invece attanaglia la quarta posizione, riuscendo a difendersi da Alonso.

I bocciati

Sainz e Piastri –  S.V

Pessimo risultato per entrambi, dopo la dimostrazione di forza mostrata venerdì e sabato. Il destino dei due piloti si incrocia alla prima curva del primo giro quando lo spagnolo e l’australiano si colpiscono a vicenda, rovinandosi la gara. Piastri si deve ritirare dopo poche curve, mentre Sainz prova a portare al termine la gara, ma i danni sono troppi e si ritrova costretto a ritirarsi ad alcuni giri dal termine. Gara sfortunata per entrambi.

Aston Martin – 4

Continua il periodo nero della scuderia di Silverstone, che dopo l’ottimo inizio di stagione si ritrova sovrastata dalle evoluzioni di Ferrari, Mercedes e McLaren. Il copione è lo stesso da un paio di gare: Alonso che mantiene vivo il team, mentre Stroll dimostra il vero potenziale della monoposto. Aston Martin dovrà correre ai ripari e cercare di tutelare quella terza posizione che dimostrerebbe la bontà del progetto.

 

 

Mattia Peddis

Sono Mattia uno studente di scienze politiche con la passione per la Formula 1 e per la politica. Il mio obbiettivo è quello di trasmettere la mia passione per il Motorsport attraverso la scrittura

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Pulsante per tornare all'inizio