Formula 1Gran Premio Bahrain

GP Bahrain: momenti di paura per Grosjean

Il pilota della Haas è stato coinvolto in uno spaventoso incidente, che lo ha visto uscire praticamente illeso, nonostante l’auto in fiamme e spezzata in due

Sul circuito del Sakhir le prime battute del Gran Premio sono state molto tese e hanno visto il pilota della Haas protagonista di uno spaventoso incidente

Romain Grosjean è stato letteralmente miracolato. Quello che è andato in scena durante la partenza del GP del Bahrain è stato forse uno degli incidenti più spaventosi della storia degli ultimi anni della Formula 1. La monoposto è andata a sbattere contro le barriere ed è andata subito a fuoco, dividendosi in due e lasciando il pilota praticamente illeso.

Credits: Formula 1 Twitter

Grosjean, come è stato comunicato dalla squadra, ha riportato qualche piccola ustione alle mani e alle caviglie, ma sta nel complesso bene. Sicuramente quanto accaduto ha lasciato in lui paura, sgomento e stordimento. Erano anni che non si vedeva un incidente simile. Le immagini che si sono susseguite immediatamente sui social lasciano ben poco spazio all’immaginazione e fanno venire la pelle d’oca.

UNA PARTENZA AD ALTA TENSIONE AL GP DEL BAHRAIN

Sono stati secondi interminabili quelli che hanno separato l’impatto di Romain Grosjean dalla sua uscita dalla monoposto in fiamme. Gli stessi secondi interminabili che hanno separato tifosi e team dalla comunicazione sul suo stato di salute. Frastornato, ma sulle sue gambe e con l’aiuto dei commissari di pista, il francese è stato accompagnato all’ambulanza e trasportato al centro medico per ulteriori accertamenti.

Nel mentre, dalla pit lane arrivavano applausi e supporto per quello che, agli occhi degli altri piloti e team, è sembrato un piccolo miracolo. Al di là dell’incendio, che ha sicuramente reso la cosa ancora più preoccupante, ciò che ha spaventato e lasciato con il fiato sospeso chi stava assistendo alla gara è stato il guardrail…oltre che la monoposto spezzata in due. A causa del forte impatto, inoltre, uno degli pneumatici è voltato dall’altra parte delle barriere.

SOCCORSI IMMEDIATI E SANTO HALO PER GROSJEAN

Tempestiva è stata la mobilitazione dei commissari di gara sul circuito del GP del Bahrain, che sono intervenuti con gli estintori per spegnere le fiamme e portare supporto al pilota della Haas. Inoltre, l’auto medica si trovava in quel momento molto vicina al luogo dell’incidente, dato che seguiva le monoposto in partenza del GP del Bahrain. Di conseguenza, i soccorsi sono stati molto celeri, e hanno giocato un ruolo fondamentale nell’aiutare Grosjean a uscire praticamente illeso dalla vettura.

Credits: Formula 1 Twitterr

A questo si unisce la presenza dell’halo. Da quando questo dispositivo è stato introdotto in Formula 1, quello di oggi è stato uno degli incidenti più spettacolari e pericolosi andato in scena. E ha salvato la vita a Grosjean. Sembra infatti che, se l’halo non fosse stato presente, il pilota avrebbe potuto perdere conoscenza e non avrebbe potuto scappare dalla monoposto in fiamme.

Pubblicità

Anna Vialetto

Anna è sinonimo di determinazione, concentrazione e curiosità. Ho sempre studiato e lavorato per rincorrere e realizzare i miei sogni, con l'obiettivo di concretizzarli in quella che è la mia più grande passione: l'automotive. La Formula 1 per me è parte integrante della mia personalità: il rombo dei motori, i sorpassi all’ultimo centimetro, la velocità delle monoposto. Ma soprattutto, tutto il mondo che sta dietro allo spettacolo in pista: l'organizzazione, la comunicazione, il marketing, l'energia...la stessa che, fin da quand'ero bambina, mi ha portata a coltivare questo grande amore.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button

Lascia il tuo contributo

Ciao, non vogliamo riempire il tuo monitor di pubblicità, ma questi banner ci aiutano a darvi contenuti di qualità. Se vedi questo messaggio perché hai attivo un sistema di AdBlock che elimina gli annunci pubblicitari.

Utilizziamo servizi di terze parti per analizzare il traffico sul nostro sito e restare in contatto con i nostri visitatori. Vengono quindi trattati dati anonimi di navigazione e altri dati simili per mezzo di cookie, come indicato nelle nostre policy. Accettando l’uso dei cookie ci aiuti ad offrirti un’esperienza migliore con i nostri servizi.