Formula 1Gran Premio Bahrain

GP Bahrain, anteprima: orari tv, il circuito, il meteo

Il mondiale 2020 si appresta ad affrontare il circuito del Sakhir nel weekend. Qui troverete gli orari tv, le scelte Pirelli e il meteo

GP Bahrain, round 15. La Formula 1 si appresta ad affrontare l’ultimo back-to-back della stagione 2020, arrivando in Medio Oriente

GP Bahrain, anteprimaDopo un weekend di relax, la Formula 1 ha ripreso il suo viaggio in questo mondiale 2020, che si appresta ormai a concludersi. Siamo difatti alla terzultima tappa, con il Bahrain e il circuito del Sakhir che ospiterà il Circus per due settimane consecutive.

Stiamo per assistere a una sfida, con i titoli mondiali piloti e costruttori sono già conquistati da Lewis Hamilton e Mercedes. Mentre le sfide sono tuttora aperte tra gli altri team e piloti per le migliori posizioni nelle rispettive classifiche, e in linea generale si continua a lavorare sulle vetture anche in vista della stagione 2021.

Non è stato fortunato Valtteri Bottas, in queste ultime tappe che malgrado le buone prestazioni in qualifica, in gara spesso non è riuscito a concretizzare, tra errori di guida e guai tecnici. Ora sarà chiamato a riscattarsi e tentare di difendere la seconda posizione in classifica. Alle sue spalle c’è un arrembante Max Verstappen, anche lui piuttosto sfortunato in quest’ultima parte di campionato e di sicuro affronterà questa nuova sfida con molta carica al volante della sua Red Bull. Altra sfida importante anche per Alex Albon, che ha l’obiettivo di tenersi stretto il sedile in Red Bull e non rischiare di rimanere fuori dalla Formula 1.

GP Bahrain anteprima orari tv, Pirelli, meteo
Credits: Pirelli press area

Terzultima tappa per la Scuderia Ferrari, che si appresta ad affrontare con la voglia di continuare a migliorare la propria posizione in classifica e la SF1000 con nuove soluzioni, anche in vista della stagione 2021. In Turchia abbiamo visto un’ottima Ferrari, con entrambe le monoposto arrivate in terza e quarta posizione. Dopo molto tempo finalmente Sebastian Vettel è riuscito a salire sul podio, mentre Charles Leclerc si porta a casa un ottimo quarto posto. Ora si spera che le cose continuino ad andare bene nelle ultime tre gare. Il pilota tedesco svetta nell’albo d’oro del GP Bahrain avendo vinto quattro volte (2012, 2013 in Red Bull e 2017, 2018 in Ferrari). Nel 2019 Charles Leclerc ha ottenuto la sua prima pole position in Formula 1, precedendo il compagno di squadra. In gara al 46° giro a causa di un problema sulla sua centralina, il monegasco perse le prime due posizioni riuscendo comunque a salire sul terzo gradino del podio.

BAHRAIN INTERNATIONAL CIRCUIT

Il Bahrain International Circuit sorge al Sakhir, una località situata nella periferia di Manama la capitale del Bahrain. La Formula 1 approdò qui per la prima volta nel 2004, con la vittoria di Michael Schumacher con la Ferrari davanti a Rubens Barrichello e alla Bar-Honda di Jenson Button.

L’idea di realizzare un circuito nel bel mezzo di un deserto, fu del principe Salman bin Hamad Al Khalifa, presidente onorario della Bahrain Motor Federation. Il progetto fu poi affidato all’architetto tedesco Hermann Tilke e completato in tempo per lo svolgimento del GP Bahrain nel 2004, malgrado molti lavori non furono completati.

L’impianto sorge al centro di un deserto, motivo per cui il tracciato si presenta sempre sporco e con della sabbia, trasportata dai venti, con il rischio di compromettere il rendimento delle attività in pista della vetture. Per far fronte a questo problema, gli organizzatori locali usano uno speciale spray adesivo sulle zone sabbiose immediatamente vicine al tracciato.

Nel 2007 la FIA nominò il circuito Institute Centre of Excellence, per la sicurezza del tracciato, la capacità dei Marshall e l’ottima efficienza del centro medico, oltreché per il livello tecnologico che permette di mantenere questi standard elevati.

GP Bahrain anteprima orari tv, Pirelli, meteo
Credits: Pirelli press area

L’impianto ha la possibilità di usare 6 configurazioni, tra cui il “Tracciato Gran Premio” utilizzato in Formula 1, l’inner Circuit, Outer Circuit e Paddock Circuit, l’Endurance Circuit e persino un ovale. Il tracciato è lungo 5,412 Km ed è caratterizzato da ben 23 curve, che spaziano dal lento al medio-veloce. Per affrontarlo al meglio, è necessaria un’ottima trazione delle monoposto, stare attenti alla presenza del vento che può sporcare l’asfalto con la sabbia. Variabili che possono portare le Scuderie ad adottare una certa flessibilità nelle strategie di gara e il numero di pit-stop.

In fondo al rettilineo principale che passa dinanzi ai box, c’è una frenata importante per poter affrontare il tornatino, considerato un ottimo punto per tentare un sorpasso. Attenzione alle curve 9 e 10 che non permettono una buona visuale sul punto di corda, e che richiedono una certa sensibilità ed esperienza da parte dei piloti. Saranno 57 giri da compiere per una lunghezza in gara di 308,238 Km.

PIRELLI: C2, C3, C4

Per la 16° edizione del GP Bahrain, la Pirelli porterà le tre mescole centrali della gamma: C2 (white hard), C3 (yellow medium) e C4 (red soft). Queste mescole sono più morbide rispetto a quelle usate qui lo scorso anno.

Rispetto allo scorso anno, si correrà nell’ultimo weekend di novembre, con la possibilità di incontrare un clima diverso. Perciò si cercherà di scoprire se questo condizionerà le prestazioni anche delle monoposto. Inoltre, c’è da tener presente che la gara inizierà al tramonto e finirà di notte.

Tuttavia secondo i dati raccolti, queste variabili atmosferiche non dovrebbero essere diversi dal solito. Anzi sarebbero sufficienti per lavorare sul set-up delle vetture. L’unico rischio del Bahrain è rappresentato dalla sabbia che potrebbe sporcare l’asfalto e ridurre il grip.

Il Sakhir è un circuito non molto severo sulle gomme, ma la trazione e la frenata sono molto sollecitate. Tuttavia, sarà interessante vedere il lavoro dei team durante le prime prove libere in preparazione del weekend e per scegliere la miglior strategia per la gara. Nelle giornate di venerdì e sabato, verranno raccolti e analizzati i dati sulle gomme, per capire i livelli di usura e degrado tenendo presente che l’asfalto è abrasivo. Inoltre, tutti i piloti proveranno i pneumatici 2021 nella giornata di venerdì.

CHE TEMPO FARA’?

Secondo l’ultimo bollettino meteo per questo anteprima, il GP Bahrain potrebbe essere condizionato da tempo incerto e con rischio di precipitazioni, specialmente nelle prove libere e in qualifica. Teniamo presente che qualifiche e gara inizieranno al tramonto e finiranno in notturna, con temperature ambientali e dell’asfalto che tenderanno a scendere.

Venerdì in occasione delle prove libere 1, il cielo sarà sereno, soleggiato e poco nuvoloso. Temperature attese sui 27°C e venti sugli 8 km/h. Le prove libere 2 saranno caratterizzate da temperature più basse di qualche grado, e il cielo più nuvoloso e vento in aumento di circa 10-15 km/h. Per quanto riguarda la terza sessione di prove libere in programma nella giornata di sabato, il cielo sarà nuvoloso con temperature sui 25°C. Vento in aumento fino a 20 km/h. La pioggia potrebbe far capolino in qualifica nella fase finale. Da non sottovalutare il vento, che potrebbe ulteriormente aumentare e alle temperature in calo.

Domenica la gara scatterà alle 15:10. Poco prima dell’inizio della gara, potrebbe scendere qualche goccia di pioggia, ma non durante l’evento, nonostante la presenza di nuvole in cielo. Temperature intorno i 24°C e intensità del vento in diminuzione giro dopo giro. Tuttavia, sarà fondamentale tenere d’occhio il prossimi bollettini meteo, onde evitare possibili sorprese.

ORARI TV

GP Bahrain anteprima orari tv, Pirelli, meteo
Credits: Red Bull press area

Tutto è pronto per il primo weekend sul circuito del Sakhir, con il del GP Bahrain giunto alla sedicesima edizione, terzultima prova della stagione 2020. Mercedes e Lewis Hamilton si presenteranno a questo appuntamento, con il loro settimo titolo mondiale già in tasca. Tuttavia, non perdetevi ogni minuto di questa tappa che sarà trasmessa in diretta ed esclusiva da Sky Sport F1 HD, mentre su TV8 andranno in onda in differita soltanto le qualifiche e gara. Ci siamo anche noi e il live-streaming di F1world che vi racconterà il gran premio.

Qui in dettaglio il programma e gli orari tv italiani del GP Bahrain 2020:

Venerdì 27 novembre 2020

dalle 12:00 – 13:30: Prove Libere 1 (diretta su Sky Sport F1 HD; no differita TV8);

dalle 16:00 – 17:30: Prove Libere 2 (diretta su Sky Sport F1 HD; no differita TV8)

Sabato 28 novembre 2020

dalle 12:00 – 13:00:  Prove Libere 3 (diretta su Sky Sport F1 HD; no differita TV8);

dalle 15:00 – 16:00: Qualifiche (diretta su Sky Sport F1 HD; differita TV8 dalle 18:00)

Domenica 29 novembre 2020

dalle 15:10: Gara (diretta su Sky Sport F1 HD; differita TV8 dalle 18:00)

Giorgia Meneghetti

Mi chiamo Giorgia, nata nel 1986, e residente a Fermo nelle Marche. Diplomata in Perito del Turismo, e con ottime conoscenze di lingue straniere: Inglese, Francese, Spagnolo. La Formula 1 è una delle mie più grandi passioni, che seguo dal 1998. Grazie ai suoi protagonisti, piloti, monoposto, team ne sono rimasta talmente stregata, tanto da spingermi a scrivere, raccontarla e viverla attivamente, sognando e sperando di poter un giorno incontrarli, e diventarne parte, e magari in un lavoro.

Altri articoli interessanti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button

Lascia il tuo contributo

Ciao, non vogliamo riempire il tuo monitor di pubblicità, ma questi banner ci aiutano a darvi contenuti di qualità. Se vedi questo messaggio perché hai attivo un sistema di AdBlock che elimina gli annunci pubblicitari.