DichiarazioniFormula 1Gran Premio Azerbaijan

GP Azerbaijan, Leclerc: “Sorpreso dalla nostra competitività”

Il monegasco dopo Monaco agguanta nuovamente la partenza dal palo. Un po’ stupito e felice il classe ’97 ha ricordato (in vista di domani) la competitività di Mercedes e di Red Bull

In Azerbaijan la Ferrari di Charles Leclerc sorprende conquistando la Pole Position, a discapito di Hamilton e di un furente Verstappen

Una sorpresa la Pole Position conquistata da Charles Leclerc in Azerbaijan. Complici una monoposto dimostratasi performante fin dal venerdì e (c’è da dirlo) un po’ di fortuna. Si era detto che a Baku la Ferrari avrebbe faticato nel lungo rettilineo, e che nel confronto con la McLaren sarebbe stata un po’ ridimensionata. Neanche nelle più rosee previsioni la SF21 sarebbe stata messa davanti alla W12 e alla RB16B. Ma alla fine della giornata di sabato è il monegasco a piazzare la zampata anche grazie a una bandiera rossa (non causata da lui stavolta).

“UNA BELLA SENSAZIONE”

A caldo Leclerc ha commentato così la sua QualificaPensavo che non fosse un buon giro. Ci sono state due o tre curve in cui ho commesso degli errori, poi nell’ultimo settore ho beneficiato di una grande scia da parte di Lewis. Non mi aspettavo che saremmo stati così competitivi come lo siamo stati oggi. Prima della bandiera rossa stavo migliorando ancora, ma alla fine va bene così. Un’altra Pole. Sono molto felice. D’altro canto però c’è stata di nuovo una red flag, spero di poterla (ri)fare in condizioni normali”.

“La macchina ha regalato buone prestazioni ma ritengo che Mercedes e Red Bull abbiano qualcosina in più rispetto a noi, soprattutto in gara. Qui sarà molto difficile perché non è Monaco, qui si può superare. C’è da fare il miglior lavoro possibile sperando di mantenere la prima posizione. Ma sarà dura”, ha detto guardando alla gara di domani.

ATTENZIONE A QUEI DUE

In conferenza stampa Charles ha ribadito il suo stupore: “Davvero sorprendete [ndr. la Pole]. Perché non ci aspettavamo una performance di questo tipo. Questo è un buon segnale per il futuro, dobbiamo continuare a spingere così. Sul giro sono piuttosto contento. O meglio per le curve 4, 5 e 6 non lo sono tanto, ma poi c’è stata una Mercedes che mi ha aiutato nell’ultimo settore”.

“Ci aspettavamo (più o meno) di essere a livello della McLaren, se non un pochino dietro. Prima dell’inizio del weekend li consideravamo i nostri principali rivali. Dopo le prove libere eravamo sorpresi. Pensavamo che in Qualifica potessimo dare qualcosina in più, ma siamo rimasti meravigliati di essere andati così tanto forte”.

“Per quanto riguarda il passo gara sarà complicato tenere dietro questi due dietro [ndr. riferendosi a Lewis Hamilton e Max Verstappen]. Nelle FP2 non siamo stati convincenti quanto la Red Bull, e neanche quanto le Mercedes. Dobbiamo continuare a spingere per domani, sicuramente non sarà una gara semplice, ha concluso.

Silvia Quaresima

Il mio amore per la Formula 1 é sempre stato lì con me, fin da quando ho ricordo delle vittorie di Michael in rosso. Ma con il tempo è cresciuto così tanto che ora c’è voglia di esserne parte e di raccontarla.

Altri articoli interessanti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button

Lascia il tuo contributo

Ciao, non vogliamo riempire il tuo monitor di pubblicità, ma questi banner ci aiutano a darvi contenuti di qualità. Se vedi questo messaggio perché hai attivo un sistema di AdBlock che elimina gli annunci pubblicitari.