Formula 1Gran Premio Azerbaijan

GP Azerbaijan: Baku al capolinea o rinnovo in vista?

Il GP dell’Azerbaijan a Baku è arrivato al capolinea infatti il contratto con la F1 scadrà proprio dopo il weekend che si svolgerà ad aprile

Il contratto della F1 con GP dell’Azerbaijan scadrà dopo il weekend di quest’anno, ma i promotori e gli organizzatori di Baku hanno come obiettivo un nuovo accordo a lungo termine

Nonostante ci siano queste voci riguardo un nuovo accordo a lungo termine per tenere il GP dell’Azerbaijan nel calendario della F1 anche negli anni a venire, quello che si disputerà a Baku nel mese di Aprile sulla carta è l’ultimo atto dopo 6 edizioni. Il circuito cittadino che si snoda tra città antica e nuova è diventato uno dei preferiti dai tifosi grazie alle sue insidie.

Tuttavia, con molti Paesi che chiedono a gran voce di ospitare un Gran Premio su un calendario in apparente espansione, bisognerà rinunciare a qualche tappa soprattutto europea, seppur proprio recentemente Londra ha avuto colloqui con Liberty Media. Come se non bastasse, sempre dal 2023 entrerà in calendario il Gran Premio di Las Vegas con un accordo pluriennale ma a lunghissimo termine, le possibilità di mantenere Baku si riducono.

I NEGOZIATI CI SONO, MA…

Come ha dichiarato il responsabile delle comunicazione del Circuito Cittadino di Baku, Turab Teymurov: “Non è un segreto che non vediamo l’ora di ottenere un risultato positivo. Ma al momento non possiamo davvero rivelare i dettagli dei negoziati“. Queste affermazioni dunque fanno intendere che un negoziato c’è, ma il fatto di non potersi sbilanciare più di tanto lascia molteplici dubbi.

WORK IN PROGRESS

Nonostante ad oggi non ci sia nessuna firma, il circuito cittadino sta subendo un’ampia riasfaltatura nel tentativo di ridurre le irregolarità dell’asfalto, come sostenuto dallo stesso responsabile delle comunicazione: “Non stiamo affatto cambiando la pista. Il rifacimento sta avvenendo in questo momento, ma ancora una volta, la pista è davvero unica. La pista è davvero unica con le sezioni tortuose, con i rettilinei e i muri patrimonio dell’UNESCO, quindi non penso ci sia bisogno di cambiare qualcosa. C’è solo l’asfalto per migliorare quello che avevamo in passato”.

Ruggiero Dambra

Mi chiamo Ruggiero e sono un ragazzo pugliese di 24 anni, studente di giurisprudenza (presso l'Università degli Studi di Bari) e appassionato di Formula 1 fin da bambino. La mia "carriera" come editore inizia nel 2013 con la creazione di un piccolo blog dedicato inizialmente alla cronaca, per poi passare ad occuparmi interamente di motorsport. In seguito ho scritto per diversi siti riguardanti la F1, fino ad iniziare la mia avventura con F1world nel settembre 2018. Accreditato dalla Federazione Internazionale dell'Automobilismo (FIA) potrete vedermi qualche volta in giro nel paddock. Quando mi chiedono chi vincerà il mondiale secondo me, io rispondo: "Il migliore".

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Pulsante per tornare all'inizio