DichiarazioniFormula 1Gran Premio Austria

GP Austria, Callum Ilott in pista con Alfa Romeo nelle FP1

Il pilota britannico tornerà a sedersi al volante di una monoposto di Formula 1 dopo la bella prova andata in scena in Portogallo

Nuova possibilità all’orizzonte per il giovane pilota della Ferrari Driver Academy, che salirà a bordo di una monoposto nel weekend austriaco

Il 2021 di Callum Ilott prosegue a vele spiegate. Dopo essersi unito prima alla Ferrari come test driver e, in un secondo tempo, anche ad Alfa Romeo in qualità di pilota di riserva, il britannico tornerà a sedersi al volante di una monoposto di Formula 1 in occasione delle FP1 del Gran Premio d’Austria. Il quasi 23enne, dopo la bella prova sul tracciato di Portimão, farà la sua seconda apparizione dell’anno a bordo della C41 guidando la vettura di Giovinazzi.

ILOTT, IL VICE KUBICA

Grazie al doppio appuntamento che si terrà sul Red Bull Ring, il britannico potrà beneficiare vantaggio da tutti i dati e le informazioni raccolte in occasione del GP della Stiria, che si disputerà sullo stesso tracciato appena una settimana prima della sua prova. Ilott, membro della Ferrari Driver Academy, sta condividendo il ruolo di pilota di riserva Alfa Romeo con Robert Kubica. Il britannico prende il posto del polacco nel caso in cui quest’ultimo non sia disponibile.

Il primo che non vede l’ora di vedere Ilott in macchina è Frédéric Vasseur, Team Principal Alfa Romeo: “Il modo in cui Callum si è integrato con la squadra in un tempo relativamente breve è notevole e vederlo in auto, con la possibilità di sfruttare i dati raccolti la settimana precedente, sarà interessante – ha sottolineato – Ha fatto un gran lavoro in Portogallo e i dati che ci fornì ci furono molto utili. Non vediamo l’ora di affrontare un’altra produttiva sessione assieme“.

ILOTT: “NON VEDO L’ORA DI SFRUTTARE QUESTA OPPORTUNITÀ”

Anche Ilott, che ha rifiutato di disputare per il terzo anno consecutivo il campionato di Formula 2, non vede l’ora di mettersi alla prova: “La seconda FP1 di quest’anno rappresenterà una buona occasione per aiutare la squadra nel lavoro, come è successo anche in Portogallo, all’inizio di questa stagione – ha raccontato il britannico – Avere i nostra disposizione i dati della settimana precedente e conoscere già il team e la macchina saranno fattori importanti per avere una base solida dalla quale partire. Non vedo l’ora di sfruttare al meglio questa opportunità mentre la squadra migliora gara dopo gara“.

Eleonora Ottonello

Mi chiamo Eleonora e sono di Genova. Scrivo per passione, nella vita di tutti i giorni sono un'educatrice cinofila. Non ho paura di dire (forse è meglio dire scrivere) quello che penso. Per me la sincerità e la franchezza sono alla base di ogni rapporto umano. Sono pignola e puntigliosa ma disordinata e pasticciona allo stesso tempo.

Altri articoli interessanti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button

Lascia il tuo contributo

Ciao, non vogliamo riempire il tuo monitor di pubblicità, ma questi banner ci aiutano a darvi contenuti di qualità. Se vedi questo messaggio perché hai attivo un sistema di AdBlock che elimina gli annunci pubblicitari.