DichiarazioniGran Premio Australia

GP Australia 2016-qualifica, Kimi Raikkonen: «Faticato per far andare in temperatura le gomme»

La Ferrari pensava di aver ulteriormente ridotto il gap dalla Mercedes e invece, in quel di Maranello, almeno per il momento le speranze sono state disattese. La prima qualifica della stagione 2016 di Formula 1 ha lasciato intuire che la W07 Hybrid è ancora la vettura da battere con un distacco sul giro secco che è rimasto pressoché immutato rispetto al 2015. La Ferrari è sempre stata più forte in gara ma col ritorno alla sospensione push-rod si pensava che la Rossa potesse acquisire maggiore competitività in qualifica.

Nonostante domani Kimi Raikkonen scatti dalla quarta posizione della griglia di partenza, il finlandese ha voluto fare un bilancio positivo di come sia andata la qualifica. Il ferrarista è cauto e sa benissimo che per conoscere il reale distacco tra Ferrari e Mercedes bisognerà aspettare di correre su tracciati veri, come quello del Bahrain: «Non è stata la qualifica ideale, ma alla fine non è andata neanche male. La macchina andava bene e anche se le Mercedes sono state più veloci non dobbiamo essere troppo preoccupati – ha commentato con grande sincerità Kimi Raikkonen – Ho faticato un po’ per far andare in temperatura le gomme anteriori nelle prime tre curve, ma a parte questo avevamo un buon pacchetto e le cose sono migliorate via via. Forse per noi sarebbe stato meglio avere qualche grado in più. Alla fine è andata bene, certamente si poteva fare anche meglio, come sempre, ma adesso aspettiamo domani».

Al pari del suo compagno di box, Vettel, anche Iceman ha bocciato il nuovo format, che proprio domani mattina verrà discusso tra i Team Principal: «Il nuovo format di qualifica è diverso, per noi piloti neanche troppo, ma se lo si guarda in TV probabilmente ci sono molte più differenze rispetto al passato. Per essere la prima volta quest’anno, penso che come squadra abbiamo fatto un buon lavoro. In Q3 avevamo un altro set di pneumatici a disposizione, ma non avrebbe cambiato molto uscire di nuovo, quindi abbiamo deciso di tenerlo per la gara».

Eleonora Ottonello

Mi chiamo Eleonora e sono di Genova. Scrivo per passione, nella vita di tutti i giorni sono un'educatrice cinofila. Non ho paura di dire (forse è meglio dire scrivere) quello che penso. Per me la sincerità e la franchezza sono alla base di ogni rapporto umano. Sono pignola e puntigliosa ma disordinata e pasticciona allo stesso tempo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Pulsante per tornare all'inizio