Formula 1Gran Premio Arabia Saudita

GP Arabia Saudita: Sainz ottimista per il weekend e carica la squadra

Carlos Sainz si comporta da uomo squadra in vista del GP dell’Arabia Saudita, difendendo la squadra dagli attacchi e puntando al podio

Tanto ottimismo per Carlos Sainz prima dell’inizio del weekend del GP dell’Arabia Saudita con l’obiettivo di conquistare il suo primo podio stagionale con la nuova Ferrari SF-23

Carlos Sainz è fiducioso di poter essere più vicino alla Red Bull su quella che di fatto è una pista molto diversa da quella di Sakhir infatti, sulla pista che ospiterà il GP dell’Arabia Saudita il degrado è migliore con le gomme che si consumano di meno e la velocità massima diventa la chiave per puntare in cima al monitor dei tempi nelle libere e nelle qualifiche e sul podio la domenica.

GROSSE DIFFERENZE

Lo spagnolo del Cavallino Rampante ricorda sin da subito che ci sono grosse differente tra le piste di Sakhir e Gedda e il fatto che sia una pista meno impegnativa per le gomme li aiuterà ad essere più vicini alla Red Bull. La fiducia è talmente tanta che spera in un suo podio: “Arrivo con la voglia che il weekend inizi, abbiamo le idee chiare per migliorare. Dobbiamo dare tutto perché la macchina si evolva prima dell’ultima gara, qui dovremmo essere più vicini alla Red Bull. L’asfalto è meno aggressivo e noi possiamo ambire al podio almeno con una macchina”.

IDEE CHIARE

D’altra parte, Carlos Sainz plaude a tutti i progressi che ha visto da parte del team di Maranello da quando è arrivato nel 2023, rimanendo sorpreso dunque anche dal modo in cui alcuni media hanno cercato di destabilizzare l’ambiente dopo una gara difficile: “Sono alla Ferrari da tre anni e i progressi che ho visto sono stati enormi. L’inizio del 2023 è stato duro e stiamo mettendo tutto a posto per migliorare.

“Sono sorpreso dal modo in cui alcune persone hanno provato a destabilizzarci con una crisi, così com è stata chiamata, dopo una gara. Abbiamo un chiaro obiettivo di sviluppo e la macchina sta rispondendo come dovrebbe in galleria del vento. Stiamo lavorando sugli aspetti più deboli per migliorarli”.

Ruggiero Dambra

Mi chiamo Ruggiero e sono un ragazzo pugliese di 24 anni, studente di giurisprudenza (presso l'Università degli Studi di Bari) e appassionato di Formula 1 fin da bambino. La mia "carriera" come editore inizia nel 2013 con la creazione di un piccolo blog dedicato inizialmente alla cronaca, per poi passare ad occuparmi interamente di motorsport. In seguito ho scritto per diversi siti riguardanti la F1, fino ad iniziare la mia avventura con F1world nel settembre 2018. Accreditato dalla Federazione Internazionale dell'Automobilismo (FIA) potrete vedermi qualche volta in giro nel paddock. Quando mi chiedono chi vincerà il mondiale secondo me, io rispondo: "Il migliore".

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Pulsante per tornare all'inizio