Formula 2Test Bahrain

Formula 2 al via, completati i 3 giorni di test in Bahrain

Lundgaard ha chiuso le sessioni al comando delle classifiche, facendo registrare il crono più veloce in assoluto di 1’41″697

I giovanissimi piloti hanno concluso la prima fase della stagione 2021, che inizierà ufficialmente alla fine del mese di Marzo

Sul circuito del Bahrain non è mancata l’attività in pista, che da lunedì a oggi è stata teatro dei test della Formula 2. Le diverse scuderie hanno lavorato particolarmente lungo tutto l’arco delle giornate, compiendo quanti più giri possibili per permettere ai piloti di entrare in confidenza con le monoposto e di raccogliere tutti i dati necessari all’inizio del mondiale.

La stagione 2021 prenderà il via alla fine del mese di Marzo, mentre il circuito del Sakhir si appresta ad accogliere la categoria regina del motorsport. Per quanto riguarda la Formula 2, sono diversi i piloti che si sono fatti notare durante i tre giorni di test, quindi quello che si preannuncia è sicuramente un mondiale molto combattuto.

PRIMA GIORNATA DI ASSESTAMENTO

Lunedì 8 Marzo si sono accesi i semafori della Formula 2. I giovanissimi piloti dei vari team sono scesi in pista per completare i primissimi giri sul circuito del Bahrain. Dopo una mattinata lenta, durante la quale si è cercato di riprendere il ritmo degli ultimi mesi, la prima giornata di test è stata caratterizzata da grande attività in pista. Sono state diverse le scuderie che hanno girato maggiormente: Richard Verschoor, pilota della MP Motorsport, ha completato 77 giri, seguito da Lirim Zendeli che invece ne ha conclusi 71. 

I più veloci in assoluto, tuttavia, sono stati Dan Ticktum, che ha dominato la sessione mattutina chiudendola con un tempo di 1’43″021, e David Beckmann, che invece ha fatto registrare il crono più veloce del pomeriggio, di fatto presentandosi come l’unico pilota in grado di scendere sotto all’1’43”. In realtà, pur essendo caratterizzata dal movimento delle varie monoposto, la prima giornata di test in Bahrain è stata molto calma e lenta.

In particolare, al mattino, c’è stata grande differenza tra le performance dei vari piloti. Nella sessione mattutina, per esempio, Jehan Daruvala ha chiuso in terza posizione a sette decimi da Ticktum, mentre Zendeli ha terminato in quarta posizione a più di un secondo. Situazione più o meno analoga anche nel pomeriggio, durante il quale i piloti hanno girato sempre tra l’1’43” e l’1’44”.

Formula 2 al via, completati i 3 giorni di test in Bahrain
Credits: Formula 2 Twitter

SECONDA GIORNATA NEL NOME DI LUNDGAARD

Il secondo giorno di test in Bahrein ha visto il contendersi del tempo più veloce tra Dan Ticktum, che ha chiuso davanti la sessione del pomeriggio, e Christian Lundgaard, protagonista invece della sessione mattutina. Il pilota danese, in particolar modo, ha messo a segno un’ottima performance, segnando un crono di 1’41″697. Un tempo da record, anche se la giornata di martedì ha fatto migliorare i tempi di quasi tutti i piloti.

Rispetto al primo giorno di test, la sessione del mattino è stata caratterizzata da più movimento, tant’è che sul circuito del Sakhir è stata anche sventolata bandiera rossa. Il protagonista è stato Alessio Deledda, che ha dovuto parcheggiare la sua monoposto a bordo pista. Per quanto riguarda invece il pomeriggio, non ci sono stati grandi miglioramenti in termini di crono. Anzi, la sessione pomeridiana è iniziata abbastanza lentamente, per assumere poi più ritmo durante le fasi finali.

Formula 2 al via, completati i 3 giorni di test in Bahrain
Credits: Formula 2 Twitter

TERZA SESSIONE DOMINATA DA ARMSTRONG

Con oggi si chiude la tre giorni di test in Bahrain per la Formula 2. Sul circuito del Sakhir è stato Marcus Armstrong a registrare il crono più veloce, con 1’42″173. Tuttavia a dare spettacolo sono stati anche i piloti della Campos Racing, che nel pomeriggio hanno conquistato la prima e la seconda posizione in classifica. Oltre a questo interessante risultato, i due hanno dimostrato di avere un ottimo ritmo nel corso di tutta la giornata, lanciando poi la zampata decisiva nella fase conclusiva della seconda sessione.

In quest’ultima giornata di test la differenza tra mattina e pomeriggio è stata particolarmente evidente. I tempi del secondo round, infatti, si sono rivelati molto più alti del primo round, anche se in realtà la miglior performance della tre giorni rimane quella di Lundgaard. Il pilota danese, infatti, è riuscito a registrare un crono superiore di soli due decimi rispetto alla pole position che Illott ha segnato sul circuito del Sakhir.

Formula 2 al via, completati i 3 giorni di test in Bahrain
Credits: Twitter Formula 2

Anna Vialetto

Anna è sinonimo di determinazione, concentrazione e curiosità. Ho sempre studiato e lavorato per rincorrere e realizzare i miei sogni, con l'obiettivo di concretizzarli in quella che è la mia più grande passione: l'automotive. La Formula 1 per me è parte integrante della mia personalità: il rombo dei motori, i sorpassi all’ultimo centimetro, la velocità delle monoposto. Ma soprattutto, tutto il mondo che sta dietro allo spettacolo in pista: l'organizzazione, la comunicazione, il marketing, l'energia...la stessa che, fin da quand'ero bambina, mi ha portata a coltivare questo grande amore.

Altri articoli interessanti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button

Lascia il tuo contributo

Ciao, non vogliamo riempire il tuo monitor di pubblicità, ma questi banner ci aiutano a darvi contenuti di qualità. Se vedi questo messaggio perché hai attivo un sistema di AdBlock che elimina gli annunci pubblicitari.