2019Formula 1

Formula 1 | Villeneuve: “Il ritorno di Kubica? E’ terribile per la Formula 1”

Jacques Villeneuve non ha di certo peli sulla lingua e mantiene la sua posizione critica sul ritorno in Formula 1 di Robert Kubica

Topics

Un campione in pista e un uomo diretto fuori: Jacques Villeneuve è tutto questo e molto altro. Una caratteristica positiva che gli ho sempre riconosciuto è quella di non avere peli sulla lingua, dice sempre quello che pensa senza diplomazia e alcun tipo di influenza dall’esterno. Villeneuve, opinionista per il team italiano ed inglese di Sky Sport è tornato a parlare di un argomento che aveva già affrontato lo scorso anno, non senza critiche a riguardo. Ha parlato del ritorno nel circus di Robert Kubica, e di quali conseguenze avrà questo rientro per lo sport.

Il pilota polacco ha fatto il suo ritorno ufficiale in Formula 1 lo scorso weekend in Australia, dopo moltissimi anni di assenza. La scelta di Kubica, oltre ad il consenso di moltissimi piloti, trova anche appoggio in Villeneuve: “Se fossi stato nei suoi panni avrei fatto lo stesso.Non bisogna lasciare queste opportunità“, ha detto l’ex pilota.
L’inizio della carriera di Robert è coinciso con la fine di quella di Jacques: era il 2006, ed il polacco sostituì il canadese dal Gran Premio di Monza per il resto della stagione.

Un’assenza lunga, forzata ma che non ha abbattuto di certo Kubica, il quale è tornato con tanta grinta e forza di volontà. Proprio per questi motivi l’ammirazione di Villeneuve nei suoi confronti è totale: “È ovviamente un grande risultato il fatto che Kubica sia tornato dopo tanti anni, è davvero incredibile. Se fai qualcosa che ami, dopo che te l’hanno portata via sei sicuramente determinato a recuperarla“, ha detto il canadese. L’opinione di Jacques per Kubica non è però solamente rose e fiori, come lo si può benissimo evincere sulle dichiarazioni dell’ex campione del mondo.

Villeneuve ha infatti sottolineato come, a suo parere, il ritorno di Kubica sia in qualche modo dannoso per tutta la Formula 1: “Il suo ritorno penso che sia terribile per la Formula 1, non è buono per lo sport. L’ho già detto l’anno scorso e non cambierò la mia opinione: la Formula 1 dovrebbe essere l’apice delle corse, è la classe regina, quindi non è normale che si possa partecipare con una disabilità. La Formula 1 deve essere dura, deve essere difficile e quasi irraggiungibile. Il ritorno di Robert non è il messaggio giusto per la gente e per i ragazzi che sognano di arrivarci”, ha concluso Villeneuve.
Parole forti, pensati, importanti. Si può essere sia d’accordo che in disaccordo, ma la certezza è che Villeneuve, quando parla, non lo fa mai a vuoto e trova sempre il modo di far parlare di sé.

Topics
Pubblicità

Andrea Barilaro

Mi chiamo Andrea, ho 21 anni, abito a Milano e sono uno studente universitario. Ho una passione enorme per Formula 1 fin da piccolo, e negli anni questa passione è diventata sempre più grande. Il sogno è quello di far diventare questa passione un lavoro in futuro: ho iniziato a scrivere i primi piccoli articoli già a 10 anni, e col passare del tempo ho sempre dedicato molto tempo a questa passione. Il primo ricordo di Formula 1 che ho risale al gran premio di Monza del 2007, quando andai all'autodromo per la prima volta con mio padre a vedere la gara, e da quel momento non ho più abbandonato questo meraviglioso sport.

Altri articoli interessanti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button