2019Dichiarazioni dei PilotiFormula 1

Formula 1 | Piloti Haas: “Red Bull troppo più avanti di noi”

Alla Haas speravano che il motore Honda facesse scivolare la Red Bull verso le posizioni di centro classifica. Ma il primo round stagionale ha emesso un verdetto ben diverso

Topics

Complice la nuova partnership con Honda che aveva sollevato parecchi dubbi sulla competitività della Red Bull, la Haas si aspettava di mettere nel mirino il team anglo-austriaco per questa stagione. La compagine americana punta al quarto posto nel campionato Costruttori, oltre a ridurre il gap dai top team. Ma, contrariamente alle previsioni, il motore Honda non sta certo limitando le RB15, dato che Max Verstappen si è tolto il lusso di battere entrambe le Ferrari e avvicinare la Mercedes di Hamilton alla sua prima uscita col motore giapponese.

Un risultato stupefacente, che ha lasciato increduli anche i piloti Haas. Magnussen e Grosjean si aspettavano infatti che la Red Bull motorizzata Honda scivolasse nel midfield, almeno ad inizio anno. “Siamo molto più indietro rispetto alla Red Bull di quanto avevamo ipotizzato – ha commentato Grosjean – E ho paura che il gap crescerà sempre di più durante la stagione, per via delle enormi risorse che hanno rispetto a noi. Ovviamente cercheremo di impensierirli, anche per fare contento il nuovo sponsor Rich Energy”.

Gli ha fatto eco Kevin Magnussen, sesto al GP d’Australia (mentre Grosjean è stato costretto al ritiro): “Siamo già molto indietro rispetto alla Red Bull, e questo ci preoccupa. La Red Bull è un team che tende a portare molti miglioramenti durante l’anno. Hanno un enorme margine di sviluppo, anche in relazione ad altri top team come Ferrari e Mercedes”.

Topics
Pubblicità

Luca De Franceschi

Sono Luca, studio Lettere e seguo la Formula 1 da una decina d'anni. Mi sono appassionato a questo sport durante l'era dei successi di Michael Schumacher con la Ferrari, per poi assistere alle prime vittorie di Fernando Alonso, Lewis Hamilton e Sebastian Vettel. A casa ho diversi DVD sulla storia di questo sport, che mi hanno fatto conoscere i piloti e le auto del passato. Ho anche la passione dei kart, sui quali ogni tanto vado a girare.

Altri articoli interessanti

Back to top button