2018Formula 1

Formula 1 | Verstappen: “In Cina chiesi scusa a Vettel”

Max Verstappen ripercorre la stagione 2018 con uno sguardo sul 2019. L’olandese ammette che con Honda ci vorrà pazienza

Max Verstappen, intervistato da Zippo Sport, traccia un bilancio della stagione 2018 con uno sguardo al 2019, per la Red Bull anno del passaggio ai motori Honda.

Max non ha mai nascosto il proprio disappunto per lo scarso rendimento della PU Renault: Non ho mai voluto offendere la Renault, puntavo solo a renderli migliori. Mi piace risolvere le cose con la pressione, bisogna sempre essere aperti alle critiche. Sono cresciuto con questo metodo”, chiarisce l’olandese.

“Io sono molto chiaro in quel che dico, possono anche prendersela con comodo ma non è qualcosa che fa per me. Le cose dovranno e possono andare meglio. Voglio essere carico di pressione, restando però aperto alle critiche: è così che sono cresciuto. E mi dispiace se non è sopportabile per gli altri, ma io non sono qui per correre con dentro lo spirito olimpico: voglio vincere ed è una volontà che deve essere condivisa da entrambe le parti”.

Nel 2018, il pilota olandese non è stato però esente da errori, basti pensare al GP della Cina e di Monaco: “In due gare, Cina e Monaco, le cose non sono andate bene e posso accusare solo me stesso. Credo di saper ammettere bene i miei errori, sono sempre molto onesto con me stesso sulle mie responsabilità. In Cina sono andato da Vettel dopo la gara e a Monaco ho ammesso in fretta che non era colpa del vento o cose simili”.

Ultima battuta sul 2019: Non mi aspetto una stagione perfetta. Sarò forte, ma bisognerà credere nel progetto a lungo termine. Non possiamo essere impazienti con la Honda. Con Renault arrivavamo da quattro stagioni difficili e quindi siamo esplosi, ma con loro sarà diverso. L’obiettivo, proprio in tal senso, non sarà quello di gareggiare per il campionato all’inizio della stagione, ma avvicinarsi alla vetta in maniera graduale, migliorando progressivamente le nostre performance. Sarebbe la cosa migliore per il campionato”.

Topics
Pubblicità

Christian Caramia

Mi chiamo Christian e ho 28 anni, vivo a Martina Franca (Taranto). Istruttore di scuola guida nella vita, appassionato fin da piccolo di Formula 1 e del motorsport a 360 °.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close