2019Formula 1

Formula 1 | Toto Wolff: “A Baku l’importante è non commettere errori”

Il boss della Mercedes è consapevole delle insidie che il tracciato di Baku nasconde, ma è convinto che questo non impedirà a Hamilton e Bottas di darsi battaglia

Topics

Toto Wolff continua a rimanere con i piedi per terra, nonostante la Mercedes abbia già dato prova di essere un passo avanti rispetto agli altri team.

Dopo la vittoria di Valtteri Bottas e la doppietta di Lewis Hamilton, tuttavia, il boss della scuderia tedesca ritiene che le performance della Mercedes non abbiano davvero esaltato le potenzialità della monoposto.

Conquistare la prima posizione nelle prime tre gare della stagione è davvero un fantastico inizio. Siamo stati in grado di massimizzare le nostre opportunità, anche se non abbiamo sempre avuto la macchina più veloce”.

A Shanghai le due Frecce d’Argento hanno letteralmente dominato l’intera gara, mettendo a segno una strategia vincente, che Wolff ritiene essere il segnale del duro lavoro a cui l’intero team è stato e continua a essere sottoposto.

Tuttavia, la Mercedes non deve perdere la concentrazione proprio ora, anche perché si tratta solo dell’inizio di un Mondiale ancora molto lungo; Mondiale che il prossimo weekend approderà in Azerbaijan, circuito che potrebbe dare grande spettacolo.

Lo stesso Wolff si è detto della stessa opinione, ricordando gli avvenimenti, i colpi di scena e lo spettacolo di cui il circuito si è reso protagonista negli anni passati, tutte caratteristiche che potrebbero regalare una gara degna di nota anche quest’anno.

La configurazione della pista presenta sfide uniche e sarà interessante vedere quale scuderia troverà il giusto compromesso per affrontare la combinazione di lunghi rettilinei e curve lente. Baku non riguarda solamente le prestazioni…non commettere errori è fondamentale per ottenere un buon risultato”.

Per quanto riguarda il prossimo weekend, Wolff ha cercato anche di fare un pronostico sulla gara di domenica, ripercorrendo quelli che sono stati i precedenti della Mercedes nelle edizioni passate.

Secondo il boss della scuderia, Bottas potrebbe dare del filo da torcere al compagno di squadra e assicurarsi così il dominio della gara, anche se Hamilton farà certamente di tutto per mantenere la testa del Mondiale.

Topics
Pubblicità

Anna Vialetto

Mi chiamo Anna, ho 25 anni, laureata in Comunicazione e attualmente studentessa in Web Marketing & Digital Communication. Sono una ragazza determinata e testarda, con la passione per lo scrivere, i libri e gli anime. La passione per la Formula 1 è iniziata circa durante gli ultimi anni dell’era Schumacher in Ferrari e, da quel momento, non mi ha più abbandonata. Il rombo dei motori, i sorpassi all’ultimo, la velocità sono tutti elementi che mi tengono incollata allo schermo e mi fanno venire la pelle d’oca. Il team a cui sono legata è Ferrari, con cui condivido gioie, dolori, rabbia, quasi come se vivessi in prima persona l’esperienza del Gran Premio: nonostante tutto, le emozioni che la scuderia e la Formula 1 riescono a regalarmi, sono qualcosa che è difficile spiegare a parole.

Altri articoli interessanti

Back to top button