2019Curiosità dalla F1Formula 1

Formula 1 | La Malesia lavora sodo per ritornare nel Circus

La Malesia vorrebbe ospitare nuovamente la Formula 1, dopo averla abbandonata nel 2017, dopo quasi 20 anni di permanenza nel calendario. Si arriverà ad un accordo?

Topics

Il Gran Premio malese venne introdotto nel calendario di Formula 1 nel 1999. Con una certa sorpresa, i promotori del Gran Premio della Malesia, annunciarono che dopo il 2017 non avrebbero più ospitato la Formula 1. Tra le cause vi fu l’elevato prezzo del canone richiesto dalla FOM e la bassa redditività derivante dalla vendita dei biglietti. Un bilancio sfavorevole insomma, per la Classe Regina del Motorsport ed una decisione comunque inaspettata, per un Gran Premio così prestigioso. E’ stata una dichiarazione alquanto scioccante, dal momento che la gara sul circuito di Sepang era presente da quasi 20 anni nel calendario, diventando ormai un appuntamento fisso.

Tutti gli sforzi, dunque sono stati dirottati sulla MotoGP che anno dopo anno ha visto un record di presenze. Dal 2017, sono state comunque diverse le categorie ospitate, come ad esempio la Supercars o la Japan Gt. Tenuto anche conto della forte presenza di società malesi che sponsorizzavano alcune delle squadre in griglia un ritorno sarebbe interessante per molti. Ma né la FOM, né i promotori hanno al momento raggiunto un accordo. Tale stop potrebbe comunque aver più la parvenza di un “arrivederci” piuttosto che di un “addio”, magari una semplice pausa momentanea e più breve di quanto noi tutti potremmo immaginare.

Infatti, in una recente dichiarazione alla Camera di Commercio, il Primo Ministro malese ha espresso il suo desiderio di riportare a casa la Formula 1. Ha spiegato che è possibile attrarre più di 100.000 spettatori, quindi sicuramente una scelta proficua, un obiettivo per cui può valere la pena lottare. Oltre a queste motivazioni è da tener conto, sempre secondo il Primo Ministro, l’importante impatto che si avrebbe dagli spettatori televisivi di tutto il mondo, così si darebbe certamente visibilità alla Malesia. I dati raccolti dagli organizzatori malesi in merito ai costi per l’alternativo circuito del Vietnam offrono una certa speranza sul fatto che il Gran Premio possa tornare a far parte del calendario in futuro.

Tatiana Sanfilippo

Topics
Pubblicità

Altri articoli interessanti

Back to top button