Test Formula 1

Formula 1 | Test in Bahrain 2017, Christian Horner contro Niki Lauda: “Troppo costosi”

Dove fare i test pre-stagionali 2017? Christian Horner e Niki Lauda hanno due pareri completamente opposti

La stagione 2016 è ormai alle battute finali e già si pensa ai prossimi test “pre-season” al fine di provare le nuove coperture della Pirelli.
Il problema fondamentale è il dove farli e qua si è già accesa la polemica tra due pezzi grossi del calibro di Niki Lauda (presidente non-esecutivo del team Mercedes AMG Petronas) e Christian Horner (team manager della Red Bull).

Il primo ad affrontare la questione è stato l’austriaco il quale ha sollecitato la casa italiana di spostare i test in questione dal circuito del Montmelò di Barcellona a quello asiatico del Bahrain.
Abbiamo bisogno di un clima caldo e secco – afferma il tre volte campione del mondo alla testata tedesca Auto Motor und Sport – Non voglio sprecare giorni preziosi a causa della pioggia di Barcellona ed alla Pirelli servono dei dati affidabili perchè con 20 gradi di temperatura dell’asfalto non si impara nulla”.

Di fronte a tali considerazioni ha poi preso parola il patron della Red Bull che subito si è dimostrato contrario a causa degli elevati costi di gestione che tutti i team dovrebbero affrontare.
Il 60 % delle squadre ha bisogno di risparmiare ma i test in Bahrain sono decisamente più onerosi – ribatte Christian Horner – Secondo me è una scelta troppo costosa visto che il periodo dell’anno prescelto è quello in cui si sta sviluppando la propria monoposto”.
A meno che non ci siano dei grossi sussidi oppure sia la Mercedes a pagare per tutti gli altri, credo che lo spostamento dei test sia da irresponsabili; noi siamo un team che possiamo permetterci di andare in Bahrain, ma è meglio Barcellona per il bene di tutti”.

Giulio Scrinzi

Sono nato il 21/04/1993 a Rovereto e fin da piccolo ho sempre avuto una forte passione per tutto ciò che è veloce e che ha un motore. La Formula 1 rappresenta per me un'opportunità come giornalista ma anche il sogno di una vita: diventare un pilota. I miei miti? Michael Schumacher e Ayrton Senna. Il mio motto? "Keep fighting".

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button