Formula 1

Formula 1, Taffin: «Abbiamo corso col freno a mano per preservare l'affidabilità»

remi-taffin-2015

La Formula 1 è ufficialmente entrata nel suo terzo fine settimana di gara. Dopo un avvio controproducente, in Cina la Renault dovrebbe aver finalmente risolto i propri problemi di affidabilità, tanto che il motorista transalpino per la gara di Shanghai userà una configurazione di motore più aggressiva con la quale, si spera, di raggiungere le prestazioni della Williams. La conferma arriva direttamente dal Direttore delle Operazioni della Renault, Remi Taffin, che ha ammesso come in occasione della gara di Melbourne, la power unit Renault non ha girato a pieno regime proprio per andare a preservare l’affidabilità, un problema che dall’appuntamento di Shanghai non dovrebbe più impensierire gli uomini di Milton Keynes.

«In Cina la Red Bull potrà fare dei piccoli passi in avanti. Nonostante la debacle dell’Australia, possiamo dire che anche in Malesia, dove in ogni caso la RB11 si è mostrata più competitiva rispetto alla gara di due settimane prima, abbiamo corso col freno a mano tirato per non andare a incontrare problemi di affidabilità – ha commentato – Ora siamo più fiduciosi, potremmo finalmente essere più aggressivi e i risultati dei nostri studi di vedranno in termini di velocità di punta massima in rettilineo».

Red Bull e Toro Rosso, con gli aggiornamenti Renault previsti per il Gran Premio della Cina, potrebbero battere la Williams e magari provare a lottare con la Ferrari, soprattutto guardando alla classifica del Campionato Costruttori: «La Toro Rosso ha dimostrato di avere un’ottima macchina mentre la Red Bull dovrebbe aver superato i problemi dei quali ha sofferto in Malesia. Il nostro obiettivo è quello di battere la Williams in Cina, ma se dovessimo fare anche di più, saremo estremamente soddisfatti», ha concluso Taffin.

Eleonora Ottonello
@lapisinha

Topics
Pubblicità

Eleonora Ottonello

Mi chiamo Eleonora, ho 32 anni e sono di Genova. Scrivo per passione, nella vita di tutti i giorni sono un'educatrice cinofila. Non ho paura di dire (forse è meglio dire scrivere) quello che penso. Per me la sincerità e la franchezza sono alla base di ogni rapporto umano. Sono pignola e puntigliosa ma disordinata e pasticciona allo stesso tempo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close