Curiosità dalla F1

Formula 1, Sebastian Vettel: «Vogliamo battere i migliori. Sono ottimista»

Sicuramente nessuno si sarebbe immaginato un inizio di stagione così sfortunato per Sebastian Vettel, tanto meno il pilota della Ferrari che, nonostante l’ultimo ritiro dovuto al doppio tamponamento ricevuto da Kvyat in occasione del primo giro del Gran Premio di Russia, guarda con rinnovato ottimismo al prosieguo della stagione, convinto che la Ferrari potrà lottare con la Mercedes per aggiudicarsi i titoli iridati. Nelle prime quattro gare della stagione, varie circostanze non hanno permesso agli appassionati di assistere al tanto atteso duello per la prima posizione tra i piloti di Mercedes e Ferrari.

Se in Australia un errore strategico ha privato Sebastian Vettel del gradino più alto del podio, in Bahrain il tedesco ha dovuto fare i conti coi problemi di affidabilità che non gli hanno permesso nemmeno di prendere il via alla corsa, fermandosi nel giro di formazione. In un certo senso sia il Gran Premio di Cina, sia la tappa di Sochi sono state in assoluto le gare maggiormente stregate per Sebastian Vettel mentre Raikkonen ne è uscito con le ossa meno rotte ma mai veramente in lotta coi piloti della Mercedes: «Fino ad ora non abbiamo avuto un fine settimana come ci eravamo programmati – ha commentato il 28enne di Heppenheim – Avremmo potuto vincere la prima gara quindi non posso dire che le cose siano andate poi così male. Abbiamo dimostrato di avere un gran ritmo, soprattutto in gara, ed è la domenica che si ottengono i punti».

Il ferrarista, che si appresta a correre il Gran Premio di Spagna, ha ammesso che c’è ancora molto lavoro da fare prima di poter dire di essere finalmente riusciti a raggiungere la Mercedes. Nonostante ciò a Maranello si lavora incessantemente, la squadra sta facendo ogni sforzo per risolvere i problemi di affidabilità e provare a colmare il divario che divide la Rossa dalle Frecce d’Argento: «Stiamo spingendo davvero tanto e sappiamo che bisogna continuare a lavorare se vogliamo avere una minima possibilità di raggiungere i nostri avversari – ha continuato Sebastian Vettel – Non è così facile come potrebbe sembrare: la Mercedes ha due ottimi piloti, ha una squadra che sta facendo un grande lavoro, non sarà facile batterli. Il nostro obiettivo finale è quello di vincere, essere i migliori e per riuscirci dobbiamo dimostrare di essere capaci di sconfiggere i migliori. Sono ottimista, abbiamo le carte giuste per ribaltare la situazione». Una sfida enorme per la Ferrari e per Sebastian Vettel. Un solo vincitore, un nome. Sarà la pista a svelarcelo a fine campionato.

Eleonora Ottonello

Mi chiamo Eleonora e sono di Genova. Scrivo per passione, nella vita di tutti i giorni sono un'educatrice cinofila. Non ho paura di dire (forse è meglio dire scrivere) quello che penso. Per me la sincerità e la franchezza sono alla base di ogni rapporto umano. Sono pignola e puntigliosa ma disordinata e pasticciona allo stesso tempo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Pulsante per tornare all'inizio