2018Formula 1

Formula 1 | Sebastian Vettel: “Per me è chiaro il motivo per cui sono qui”

Sebastian Vettel, bersagliato dalle critiche lo scorso anno, si dice pronto a trionfare con la rossa

Topics

Al centro del ciclone dopo un 2018 da dimenticare, Sebastian Vettel è pronto a rifarsi quest’anno. Ma occhio al contratto, che è in scadenza nel 2020. Vettel ha sicuramente intenzione di rivedere quel termine anche in base a cosa succederà in questa stagione, sia in campionato, sia nel box con Charles Leclerc, suo nuovo compagno.

“È risaputo che il mio contratto è valido fino al 2020, quindi non aspettatevi altro”, ha detto Vettel. “Sono molto felice qui. Ovviamente il mio obiettivo è quello di vincere il campionato.”

“Non ci siamo avvicinati abbastanza l’anno scorso, quindi c’è ancora un gran lavoro da fare, e sento che questa sia la mia missione e il motivo per cui sono qui, per me, per il team. Ovviamente, mi piace guidare, amo guidare, ho una grande passione per la guida, ma per giunta ho una grande passione anche per questa squadra, per la Ferrari, un simbolo della mia infanzia. Per me è abbastanza chiaro il motivo per cui sono qui.”

Molti esperti si aspettano – e anzi sperano – che Leclerc pssa essere una forza da non sottovalutare in Ferrari. Qualcuno da per certo che il monegasco vada già per vincere il mondiale. Una cosa non da escludere visto il talento mostrato da questo ragazzo in Alfa-Sauber.

Dopo 4 anni armoniosi in compagnia di Kimi Raikkonen, accanto a Sebastian Vettel arriva una giovane promessa. Il tedesco si dice pronto ad avere presto il fiato di Leclerc sul collo. Per il momento non ha anticipato nessuna difficoltà nel relazionarsi con lui. “Quando si è compagni di squadra si vede esattamente cosa sta facendo l’altro pilota e penso che con Kimi questo meccanismo abbia funzionato molto bene negli ultimi due anni. Penso che abbiamo avuto un feeling simile con la macchina”, ha dichiarato Sebastian Vettel, che poi prosegue, “Ovviamente ora c’è Charles e penso che sarà molto veloce, non c’è dubbio. L’importante è lavorare insieme come è giusto che sia in una squadra: in pista lui vorrà essere più veloce di me, come io più veloce di lui. E’ normale ed è cosi in tutti i team.”

Quel che è certo è che Vettel ama la Ferrari e che difficilmente la lascerà prima di vincere un mondiale.

Topics
Pubblicità

Gabriele Gramigna

Mi chiamo Gabriele, ho 17 anni e frequento il quinto liceo scientifico di Campobasso. Sono cresciuto con una grande passione per i motori, che è sfociata in un amore viscerale per la massima competizione motoristica, la Formula 1. A farmene innamorare un certo Fernando Alonso, pilota che tifo dal 2013!

Altri articoli interessanti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button