2018DichiarazioniFormula 1

Formula 1 | Sebastian Vettel: “Ci sono delle cose che non hanno funzionato”

Con il mondiale ormai agli sgoccioli, Sebastian Vettel, fa una desamina di ciò che è successo alla Ferrari in queste ultime settimane

La vittoria di Kimi Raikkonen ad Austin ha riportato un po’ di serenità all’interno del team Ferrari dopo un mese e mezzo di errori, polemiche, voci fuori luogo e chi più ne ha più ne metta! Dopo un venerdì in cui abbiamo definitivamente appurato che le Rosse sul bagnato non vanno, al sabato Vettel e Raikkonen sono stati velocissimi perdendo la pole di pochi centesimi. Un ritorno alla competitività dopo due weekend, Singapore e Sochi, assolutamente anonimi. E si perchè a Suzuka il vero valore delle Ferrari è rimasto un’incognita, ma a detta di molti era notevole. Ma a cosa è dovuto questo riavvicinamento alle zone che contano della classifica? Semplice: l’aver abbandonato gli aggiornamenti recenti ed essere tornati alle vecchie specifiche, seppur modificate.

Nonostante le speranze di gloria di Sebastian Vettel siano subito andate in fumo in curva 13 nel contatto con Ricciardo, è stato considerevole il suo ritmo. Tuttavia è troppo tardi per cercare di recuperare un titolo, ormai, irrimediabilmente compromesso. E’ troppo tardi. Non è mai una bella notizia dover tornare alle soluzioni usate tre o quattro mesi fa per essere competitivi. Per noi è importante capire cosa sia andato storto. Ma è comunque una fase molto difficile. Se non vedi che c’è un problema, pensi che non ci siano problemi. Sicuramente abbiamo sentito che la macchina non era forte come prima, ma se non vedi che c’è qualcosa di sbagliato, allora non sai se c’è qualcosa di sbagliato. Tutti gli step che abbiamo fatto, sembravano avessero senso, ma ora, guardando indietro, non è stato cosi. Chiaramente c’era qualcosa che ci mancava e non abbiamo ancora capito perché e da quando qualcosa ha iniziato a non funzionare. Quindi c’è un sacco di lavoro da fare, ma sono abbastanza sicuro che faremo ciò che che è necessario per superare le difficoltà.”Queste le parole di Sebastian Vettel.

“Penso che ci siano stati troppi incidenti, non credo nella fortuna o nella sfortuna, ma sicuramente qui o là le cose non sono andate per il verso giusto, ma è così che è. Non ho problemi ad ammettere i miei errori, ma durante la stagione sono successe tante cose che non ci hanno aiutato. Penso che nel complesso abbiamo il potenziale, dobbiamo ancora crescere e imparare, quindi credo che ci saranno molte cose durante l’inverno che dobbiamo rivedere, tutti noi, incluso me stesso“. Il mondiale ormai è andato e i rimpianti restano (e nemmeno pochi). Ma a Sebastian Vettel si può criticare tutto, ma come si sa assumere le proprie responsabilità lui, in pochi ci riescono.

Topics
Pubblicità

Gabriele Gramigna

Mi chiamo Gabriele, ho 17 anni e frequento il quinto liceo scientifico di Campobasso. Sono cresciuto con una grande passione per i motori, che è sfociata in un amore viscerale per la massima competizione motoristica, la Formula 1. A farmene innamorare un certo Fernando Alonso, pilota che tifo dal 2013!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close