2019Formula 1

Formula 1 | Scegliere Honda ha fatto sembrare “matta” la Toro Rosso

La prestazione di Honda nella stagione di Formula 1 del 2018 è stata determinante per la Toro Rosso, perché i team rivali ritenevano tale scelta fin troppo azzardata

Topics

Toro Rosso ha deciso di sostituire i motori Renault con quelli Honda per quest’anno, dopo la fine della partnership tra la società giapponese e la McLaren, dopo tre difficili stagioni. La McLaren ha optato per un cambio di motorista, visto le prestazioni scarse e la poca affidabilità, ma è stata scelta da Toro Rosso come motorista ed ha ottenuto il miglior risultato da quando è tornata in Formula 1 nel 2015, convincendo anche la Red Bull ad utilizzare i motori Honda per la prossima stagione. “La prestazione di Honda quest’anno è stata culminante per noi. Lo scorso anno, in questa fase, altri team parlavano di Honda. Ricordo di aver incontrato alcune persone e mi hanno detto che dovevo essere totalmente pazzo, e mi auguravano tutto il meglio per il prossimo anno” ha così affermato a Motorsport.com il Team Principal della Toro Rosso, Franz Tost.

“A tutto ciò ho risposto dicendo che ero sicuro della decisione presa e che avremmo avuto una buona stagione. Hanno pensato che ero diventato veramente pazzo, ma ero convinto che Honda fosse la strada giusta da seguire” ha così proseguito. Secondo la Red Bull, i progressi fatti quest’anno, l’hanno messa in condizione di essere preferita alla Renault, nella gerarchia come motorista. Franz Tost ha detto che i miglioramenti fatti vedere da Honda erano reali nel 2018, ma ha anche sottolineato che tale miglioramento è frutto di una base migliore, rispetto a quel che ci si aspettava. Perciò a riguardo Franz Tost ha dichiarato: “Il motore Honda lo scorso anno andava già molto meglio, rispetto a quello che dicevano gli altri. Durante i mesi invernali abbiamo lavorato molto duramente ed Honda è migliorata sia in termine di prestazione che di affidabilità”.

I piloti della Toro Rosso hanno utilizzato più componenti del motore rispetto a qualsiasi altro team nel 2018, con una serie di cambiamenti nella seconda metà dell’anno, quando Honda ha introdotto la sua terza specifica. Tuttavia, Franz Tost ha detto che il team sapeva fin dall’inizio che Honda non avrebbe rispettato il severo limite dell’utilizzo di tre motori per tutta la stagione per non incorrere in penalità, anzi verso la fine della stagione è stata incoraggiata a fare ulteriori cambiamenti, se questi avessero contribuito al suo sviluppo per il 2019. Perciò ha concluso dicendo: “Per me era già chiaro che durante la stagione avremmo utilizzato più di tre motori. Ma gli ultimi cambiamenti sono stati più o meno un nostro desiderio in ottica 2019. Questa stagione è stata una preparazione per il prossimo anno e l’abbiamo già archiviata”.

Topics
Pubblicità

Sabrina Aceto

Mi chiamo Sabrina ho 27 anni e sono milanista sfegatata da quando sono nata. Quando meno me l'aspettavo, la Formula 1 mi ha stravolto la vita e grazie a Fernando Alonso e ad Ayrton Senna mi sono innamorata di questo magico sport. Avere due miti come loro è un vero onore ed essere Alonsista è pura magia! Il mio tifare per il pilota, agli occhi di molti mi rende una tifosa atipica, ma come dice il mio cantante preferito Nesli “Cosa diranno non importa, non conta più, perché alla fine ciò che resta sei solo TU!” Ed è vero, ciò che conta veramente sono le emozioni ed i valori che una persona riesce a trasmetterci, ciò che dicono gli altri non ha importanza.

Altri articoli interessanti

Back to top button