Formula 1

Formula 1, Rosberg: «La Ferrari? Spesso nei miei scarichi»

formula-1-rosberg-vetel-spesso-nei-miei-scarichi-001

Il 2014 è ormai un capitolo chiuso. Nico Rosberg, una volta archiviata la delusione per il Mondiale perso, a favore del compagno di box Lewis Hamilton, si è lasciato andare a una possibile analisi di come potrebbe svilupparsi l’imminente stagione di Formula 1. Il pilota tedesco non ha dubbi: la lotta sarà sempre tra le due Mercedes, duello che ha caratterizzato anche lo scorso anno, mentre la Ferrari, non avrà possibilità di insinuarsi nella lotta per il Mondiale. «Sono molto fiducioso e credo che ci sarà ancora un duello tra me e Lewis», ha commentato il vice campione del Mondo in un’intervista rilasciata alla Bild.

Nonostante le apparenze la sconfitta del 2014 è stata estremamente amara per il 29enne che, dopo essere stato in testa al campionato per 2/3 della stagione, è stato sopravanzato in classifica da Hamilton a Singapore e da quale momento in avanti, il britannico ha lasciato al tedesco appena le briciole. Nonostante la cociente delusione, Rosberg per il 2015 è ottimista: a differenza della scorsa stagione, sarà proprio Nico a portare al debutto la nuova Mercedes a Jerez de la Frontera, il prossimo 1° febbraio.

La scuderia tedesca proverà a dominare incontrastata anche per la stagione che si sta per aprire e Rosberg ha le idee chiare. McLaren Honda e Ferrari, nonostante la pesante rivoluzione interna, non hanno alcuna possibilità di rivelarsi come le possibili outsiders del Mondiale: «Non vorrei sembrare arrogante, ma guardando i risultati del 2014 posso dire che la Ferrari non sarà una monoposto in grado di lottare per il Mondiale – ha continuato – Vettel vedrà molto spesso i miei scarichi».

Eleonora Ottonello

Mi chiamo Eleonora e sono di Genova. Scrivo per passione, nella vita di tutti i giorni sono un'educatrice cinofila. Non ho paura di dire (forse è meglio dire scrivere) quello che penso. Per me la sincerità e la franchezza sono alla base di ogni rapporto umano. Sono pignola e puntigliosa ma disordinata e pasticciona allo stesso tempo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Pulsante per tornare all'inizio