2018Curiosità dalla F1Formula 1

Formula 1 | Ricciardo a Milton Keynes per salutare la Red Bull

L’australiano, destinato alla Renault nel 2019, si è recato nella sede dell’ormai ex team, dove ha dato l’addio in un clima di festa. La Red Bull gli ha regalato una KTM 350 SXF

Dopo 100 GP disputati, 7 vittorie e 29 podi, cala il sipario sulla carriera in Red Bull di Daniel Ricciardo. Dopo il GP d’Ungheria, l’australiano aveva deciso che era il momento giusto per cambiare aria: a febbraio, nel box lo attenderà la Renault, per i primi test pre-campionato. Per dare l’ultimo saluto alla Red Bull, Ricciardo si è recato oggi nella sede di Milton Keynes, dove ha festeggiato l’addio con gli uomini del team in un’atmosfera di festa, con la presenza anche dell’ormai ex compagno di squadra Max Verstappen.

“Mi sono divertito, è stato bello – ha detto Ricciardo – Ciò che mi aiuta in questo momento di addio è che non mi sto ritirando. Se mi stessi ritirando dalla Formula 1, sarebbe tutto diverso. In fondo, me ne sto solo andando alla porta accanto. Non sopporterei il fatto di ritirarmi adesso…”.

L’ultima giornata a Milton Keynes, Ricciardo l’ha vissuta come di consueto, col sorriso. Prima si è divertito a fare drift con la bici, insieme a Verstappen, poi si è occupato in una sessione di autografi per i membri del team che è durata più di due ore. In seguito, è stato mostrato un video intitolato ‘#CheersDan’, con gli highlights della carriera del sorridente australiano alla corte Red Bull. E per ultimo, a Ricciardo è stato rilasciato un regalo gradito: si tratta di una KTM 350 SXF del campione di trial Dougie Lampkin.

Parlando ad una Q&A della Red Bull il giorno prima della festa, Ricciardo ha anche spiegato di avere un po’ cambiato l’immagine del tasso del miele che conserva dietro il casco in occasione dell’ultima gara di Abu Dhabi. Gli ha infatti aggiunto delle ali, in omaggio allo slogan ‘Red Bull ti mette le ali’, e ci ha posizionato vicino una lattina della famosa bibita, come omaggio al team con cui ha corso le ultime cinque stagioni.

Topics
Pubblicità

Luca De Franceschi

Sono Luca, studio Lettere e seguo la Formula 1 da una decina d'anni. Mi sono appassionato a questo sport durante l'era dei successi di Michael Schumacher con la Ferrari, per poi assistere alle prime vittorie di Fernando Alonso, Lewis Hamilton e Sebastian Vettel. A casa ho diversi DVD sulla storia di questo sport, che mi hanno fatto conoscere i piloti e le auto del passato. Ho anche la passione dei kart, sui quali ogni tanto vado a girare.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close