DichiarazioniFormula 1

Formula 1, pronta una bozza del calendario 2021

Tenendo sotto controllo la situazione covid-19, il Circus oggi mostrerà ai team il programma agonistico 2021, che potrebbe essere simile all’attuale

Nella giornata di lunedì 26 ottobre, la Formula 1 illustrerà ai team una bozza del calendario 2021. Si potrebbe iniziare in Australia

Oggi in occasione di una riunione virtuale della F1 Commission con la partecipazione dei team, la Formula 1 illustrerà una bozza del calendario per il 2021. A cinque gare dal termine di questo mondiale 2020, secondo quanto trapela  Motorsport.com, il presidente della Formula 1 Chase Carey ha manifestato il suo desiderio di avere un calendario simile all’attuale, anche se con ogni probabilità si sta pensando di pianificare l’inizio in Australia nel mese di marzo.

La situazione sanitaria legata alla pandemia di Coronavirus, continua a destare preoccupazione visto il nuovo aumento del numero dei contagi in tutto il mondo. Tuttavia, c’è voglia e desiderio di tornare alla normalità, senza abbassare la guardia onde evitare il ripetersi della situazione vissuta quest’anno, anche nella stagione 2021.

SZAFNAUER: “PREFERISCO UN CALENDARIO REALISTA… E UN PIANO B”

Le tappe apparentemente più sicure sono quelle in Europa, rispetto a quelle in Asia o America. Tuttavia, la Formula 1 ha assicurato che agirà in base alle circostanze. Otmar Szafnauer spera in un calendario realista e non uno che contempli le gare in tutti i scenari abituali, anche se in realtà è improbabile che possa accadere.

“Preferisco avere un calendario realista. Attualmente so che è complicato prevedere il futuro con tutto ciò che sta succedendo. Non credo di poter prevedere cosa accadrà tra un mese, né come sarà il mondo da oggi alla fine di novembre, con la diffusione del virus in Europa o America del Nord,” ha così dichiarato Szafnauer.

Inoltre, secondo il team principal della Racing Point il modo migliore sarebbe di tenere in considerazione gli scenari realistici e prevedere un possibile piano B. Per poi svelare che farà pressione durante la riunione di oggi, per ottenere risposte alle incognite che ruotano attorno al calendario 2021.

Preferirei avere un calendario realista, al posto di uno dove regna l’ottimismo, affinché potessimo pianificare, anche se non so cosa significhi essere realista. Chiederò quante possibilità ci siano, di poter imparare dall’attuale calendario e soprattutto se c’è un piano B, ha così aggiunto Otmar Szafnauer.

SEIDL: “DOBBIAMO RIMANERE POSITIVI”

Andreas Seidl è di tutt’altro avviso, il quale preferisce pensare positivo, sostenendo che se in questo 2020 si potrà completare una stagione di 17 gare senza nessun problema, la situazione non sarà così diverso nel 2021. Tuttavia, è consapevole che la situazione sarà determinante per realizzazione del calendario.

“Ho molta fiducia affinché la Formula 1 faccia il più possibile per il bene della prossima stagione, anche se la situazione è piuttosto dinamica. Allo stesso tempo credo che sia importante rimanere positivi e sperare di poter avere un calendario più normale il prossimo anno,” ha commentato Seidl.

Secondo l’ultima bozza per quanto riguarda il calendario 2021, a quanto pare il GP di Spagna e Arabia Saudita sono candidati a sostituire il GP del Brasile.

Giorgia Meneghetti

Mi chiamo Giorgia, nata nel 1986, e residente a Fermo nelle Marche. Diplomata in Perito del Turismo, e con ottime conoscenze di lingue straniere: Inglese, Francese, Spagnolo. La Formula 1 è una delle mie più grandi passioni, che seguo dal 1998. Grazie ai suoi protagonisti, piloti, monoposto, team ne sono rimasta talmente stregata, tanto da spingermi a scrivere, raccontarla e viverla attivamente, sognando e sperando di poter un giorno incontrarli, e diventarne parte, e magari in un lavoro.

Altri articoli interessanti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button

Lascia il tuo contributo

Ciao, non vogliamo riempire il tuo monitor di pubblicità, ma questi banner ci aiutano a darvi contenuti di qualità. Se vedi questo messaggio perché hai attivo un sistema di AdBlock che elimina gli annunci pubblicitari.