2018Curiosità dalla F1Formula 1

Formula 1 | Pietro Fittipaldi rifiuta la Indycar per concentrarsi sulla Formula 1

Il brasiliano, nipote di Emerson, vuole focalizzarsi sulla Formula 1, ma è comunque alla ricerca di un campionato in cui correre, a patto che questo non interferisca sui suoi impegni col team Haas

Recentemente nominato come terzo pilota Haas, Pietro Fittipaldi ha deciso di scartare l’opzione di un 2019 a tempo pieno in Indycar. Il brasiliano, nipote del due volte iridato Emerson Fittipaldi, ha infatti un programma piuttosto fitto con la Haas e vuole focalizzarsi sulla Formula 1, con l’obiettivo di diventare pilota titolare nel futuro a medio termine.

Fittipaldi aveva già esperienza di Indycar: quest’anno ha preso parte alle prime sei corse della categoria americana col team Dale Coyne, ma l’incidente alla 6 Ore di Spa (nel quale si fratturò entrambe le gambe) gli impedì di portare a termine la stagione. E il brasiliano non ci tornerà, perché gli impegni con la Haas sono troppo importanti. Gunther Steiner si è detto stupito di una simile decisione.

“Non si trovano molti giovani che ragionano in questa maniera – è l’opinione di Steiner – Molti pensano che devono dimostrare il proprio valore andando a correre in altre categorie. Invece lui vuole imparare solo riguardo alla Formula 1 e vuole conoscere a fondo la squadra. Io certo non voglio compromettergli la carriera e gli ho detto che può gareggiare altrove, se lo desidera”.

In effetti, Fittipaldi sta valutando una sistemazione che gli consenta di correre nel 2019, ma, appunto, non sarà la Indycar: “Stiamo valutando alcune opzioni – ha spiegato il brasiliano a Racer.comVoglio gareggiare il prossimo anno e lo vuole anche la Haas, dunque stiamo facendo il possibile per trovare qualcosa, anche se rimane poco tempo. Devo trovare un campionato che non interferisca coi miei impegni in Formula 1. Vi farò sapere a breve. Sfortunatamente, la Indycar l’ho già scartata, anche se è un campionato che mi affascina. Ma non posso corrervi per i miei impegni”.

Pietro Fittipaldi ha fatto martedì scorso il debutto in Formula 1, guidando la Haas ai test Pirelli. Non è stato un collaudo fortunato: la VF-18 ha infatti accusato problemi e il brasiliano ha girato solo parte della giornata: “Sicuramente è stato un po’ frustrante. Ero alla fine del primo stint, durante il quale avevo preso il ritmo adattandomi alla monoposto. Mi sentivo bene e ho pensato che, con nuove gomme, avrei abbassato i tempi. Poi all’improvviso, la vettura ha avuto problemi”.

“Per lo meno, ho completato 50 giri e abbiamo provato sia le Pirelli 2018 che quelle del 2019. Sono contento di come sono andato e del rendimento della macchina in pista. Gl ingegneri hanno svolto un gran lavoro” ha concluso il brasiliano.

Topics
Pubblicità

Luca De Franceschi

Sono Luca, studio Lettere e seguo la Formula 1 da una decina d'anni. Mi sono appassionato a questo sport durante l'era dei successi di Michael Schumacher con la Ferrari, per poi assistere alle prime vittorie di Fernando Alonso, Lewis Hamilton e Sebastian Vettel. A casa ho diversi DVD sulla storia di questo sport, che mi hanno fatto conoscere i piloti e le auto del passato. Ho anche la passione dei kart, sui quali ogni tanto vado a girare.

Altri articoli interessanti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close