2019Dichiarazioni dei PilotiFormula 1

Formula 1 | Lewis Hamilton: “La Ferrari non ha ancora mostrato il reale potenziale”

Lewis Hamilton, nonostante la Mercedes stia dominando questo inizio di campionato, teme un ritorno della Ferrari

Topics

La Mercedes AMG Petronas, a dispetto dei test pre-stagionali, sta letteralmente dominando questo inizio di campionato; tre doppiette nelle prime tre gare sono un risultato che oltrepassa di gran lunga le aspettative della squadra stessa. L’attuale campione del mondo Lewis Hamilton, nonché leader momentaneo della classifica piloti 2019, però, ci tiene a precisare che la Scuderia Ferrari non ha ancora mostrato tutto il suo potenziale.

Le vittorie portate a casa dalla squadra tedesca, infatti, sono frutto di errori del muretto Ferrari, di problemi alla monoposto o di sbavature degli stessi piloti. Il cinque volte campione del mondo, quindi, nelle prossime gare si aspetta un contrattacco da parte della scuderia di Maranello. “Ci tengo a ripetere che nonostante le tre doppiette ottenute il reale potenziale delle vetture non è ancora emerso. Questo potrebbe non piacerci ma la Ferrari è molto forte e dovremo lottare per ottenere altre vittorie e pole position.”

Lewis Hamilton, pertanto, predica calma e incita la sua squadra a non abbassare la guardia e a continuare a lavorare duramente. “Non dobbiamo essere precipitosi, bisogna continuare a lottare e lavorare a testa bassa. Onestamente non ho ancora guardato i punti in classifica per cui non saprei nemmeno dirvi quanti ne abbiamo. È ancora troppo presto per pensare a questo. La Ferrari è lì, credo che alcune delle prossime gare possano essere a loro favore. Chi lo sa, staremo a vedere.”

Il campione inglese, tuttavia, tiene alto l’umore in casa Mercedes precisando che i risultati ottenuti non sono solo merito dei problemi riscontrati dagli avversari. “Stiamo avendo una grande affidabilità e questo sta pagando. La chiave per poter vincere quest’anno è fare dei week-end perfetti. Durante l’ultima gara non eravamo abbastanza veloci ma abbiamo vinto ugualmente. La Mercedes deve essere sempre in grado di posizionarsi per la vittoria ed è quello che il team ha fatto in Cina. Si vince sempre per propri meriti, stiamo facendo il miglior lavoro possibile e, inoltre, stiamo facendo passi avanti per le gare future”.

Topics
Pubblicità

Alberto Lanzidei

Mi chiamo Alberto, ho 23 anni e seguo la Formula 1 sin dalla tenera età. Grandissimo tifoso Ferrari, sono cresciuto seguendo, in compagnia di mio padre, il dominio di Michael Schumacher. In seguito ho sviluppato una fortissima passione per Fernando Alonso e ho gioito e sofferto per le sue vittorie in rosso. Oltre la Formula 1, cerco di seguire tutti gli altri motorsport, in particolare WRC, MotoGP e SBK. Quando non seguo gare mi dedico al bodybuilding e ai videogames

Altri articoli interessanti

Back to top button