2019Curiosità dalla F1Formula 1

Formula 1 | Le grafiche del 2019 aiuteranno nella comprensione dei GP

Ross Brawn ha mostrato in anteprima le grafiche che debutteranno nel 2019 e che diffonderanno in tempo reale dati relativi al rendimento delle gomme, alle probabilità di effettuare un sorpasso e ai nuovi distacchi dopo un pit stop

La grafica televisiva della Formula 1, negli ultimi anni, ha compiuto passi da gigante, ma alla FOM spingono per migliorare ulteriormente la qualità delle informazioni offerte al pubblico durante i GP. Con oltre 100 sensori posizionati all’interno di una monoposto, quasi tutto lo scibile tecnico viene costantemente monitorato e, in molti casi, si tratta di informazioni che solo un ingegnere è in grado di interpretare. Ma Ross Brawn preme affinché anche ai fan vengano condivise certe informazioni tecniche che possono agevolare la comprensione di un GP.

Così, in queste ultime ore sono state diffuse alcune immagini in anteprima della nuova grafica che costituirà la Formula 1 via TV del 2019. Si tratta di un’iniziativa di Amazon Sagemaker, che elabora modelli matematici in tempo reale da diffondere ai fan per aiutarli a comprendere cosa sta accadendo in gara. Invitato all’evento Amazon Web Services ‘re:Invent 2018 Keynite’, Ross Brawn ha dato un antipasto di ciò di cui godrà il pubblico televisivo dal prossimo marzo. Vediamo alcuni punti che sono stati diramati:

RENDIMENTO DELLE GOMME

hulkenberg

 

Nell’immagine, si vede il retro della RS18 di Nico Hulkenberg durante il giro numero 11 del GP di Francia al Paul Ricard, il giugno scorso. A destra del teleschermo, la grafica mostra il rendimento delle gomme, con la loro temperatura. I fan vengono così a conoscenza della performance che possono esprimere gli pneumatici su quella data vettura in quel dato frangente e, nella fattispecie, vediamo che le gomme posteriori di Nico Hulkenberg sono in crisi. L’appassionato ha anche modo di capire se il pilota può gestire la situazione senza alzare troppo i tempi sul giro, oppure se è necessario un rientro ai box per il cambio gomme. Va precisato che questi sono dati che finora sono sempre stati un’esclusiva dei team, ma che per la prima volta verranno diffusi al grande pubblico.

PROBABILITÀ DI SORPASSO

hamilton

In quest’immagine, vediamo il retro della Mercedes W09 di Lewis Hamilton mentre approccia la prima frenata del circuito Hermanos Rodriguez di Mexico City. Il britannico (che terminerà il GP solo al quarto posto) è tallonato dalla Ferrari di Vettel, in procinto di superarlo. La grafica a destra ci segnala cosa è probabile che accadrà nel giro di pochi secondi: nell’istante immortalato nell’immagine, Vettel ha l’80% di probabilità di superare Hamilton. Nel video mostrato da Ross Brawn, man mano che il tedesco si avvicina al rivale, si vede la percentuale salire vertiginosamente, fino a raggiungere il 100% di probabilità di terminare il sorpasso nel momento in cui Vettel affianca Hamilton e lo supera.

CLASSIFICA DOPO UN PIT STOP

vettel hamilton russia

L’ultimo caso ci mostra il momento concitato della fase dei pit stop. Siamo al GP di Russia: la Ferrari tenta l’undercut sulla Mercedes di Hamilton richiamando Vettel ai box al giro 47. Lewis compie la sosta nella tornata successiva, ma il tempo fatto segnare dal tedesco al primo giro con gomme nuove gli permette di avvicinarsi moltissimo ad Hamilton. Anzi, per poco dovrebbe consentirgli di guadagnare la posizione sul britannico grazie all’undercut: ce lo segnala la grafica a destra, che rivela che Vettel avrà Hamilton alle calcagna (+0″051), nel momento in cui l’inglese uscirà dalla pit lane. Ancor prima che Lewis completi il pit stop, i fan avranno dunque sottomano i dati relativi ai tempi che sta facendo segnare Vettel e a quanto ammonterà il ridotto divario tra i due una volta che avranno entrambi effettuato le rispettive soste.

 

 

Topics
Pubblicità

Luca De Franceschi

Sono Luca, studio Lettere e seguo la Formula 1 da una decina d'anni. Mi sono appassionato a questo sport durante l'era dei successi di Michael Schumacher con la Ferrari, per poi assistere alle prime vittorie di Fernando Alonso, Lewis Hamilton e Sebastian Vettel. A casa ho diversi DVD sulla storia di questo sport, che mi hanno fatto conoscere i piloti e le auto del passato. Ho anche la passione dei kart, sui quali ogni tanto vado a girare.

Altri articoli interessanti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close