2016Curiosità dalla F1Gran Premio Europa

Formula 1 | La gara di Baku denominata Gran Premio dell’Azerbaijan

Dopo le polemiche che hanno caratterizzato la prima edizione della gara che si è disputata a Baku lo scorso giugno, non solo per la concomitanza di orario con la leggendaria 24 Ore di Le Mans ma anche per la scelta di denominare l’appuntamento come Gran Premio d’Europa di Formula 1, dalla prossima stagione cambieranno alcune cose. I primi dubbi erano trapelati un paio di mesi fa quando la principale agenzia di stampa azera aveva rivelato che nel 2017 la corsa sarà rinominata Gran Premio dell’Azerbaijan. Ora è arrivata la conferma ufficiale.

L’appuntamento di Baku, che si svolgerà il prossimo 25 giugno proprio dopo la gara di Montreal, si chiamerà Gran Premio dell’Azerbaijan e ad annunciarlo è stato Arif Rahimov, promotore dell’evento: “In occasione della prima edizione della gara abbiamo deciso di utilizzare la dicitura di Europa per presentare il nostro impegno e la nostra apertura nei confronti del turismo ma, dal 2017, dopo il successo riscontrato un anno fa, possiamo associare la nostra gara con il nome del nostro Paese“.

Il circuito di Baku, ricavato nelle strade della capitale in collaborazione con Hermann Tilke, è stato studiato in modo da mostrare i punti più caratteristici della città a sfondo della gara. Lungo 6.007 m, il secondo per lunghezza dopo Spa-Francorchamps, alterna tratti molto veloci a tratti più lenti e, assieme a quello di Monaco, è un circuito cittadino, non permanente. A vincere il primo GP dell’Azerbaijan è stato Nico Rosberg, primo sotto la bandiera a scacchi, con Sebastian Vettel su Ferrari e Sergio Perez su Force India a completare il podio.

Topics
Pubblicità

Eleonora Ottonello

Mi chiamo Eleonora, ho 32 anni e sono di Genova. Scrivo per passione, nella vita di tutti i giorni sono un'educatrice cinofila. Non ho paura di dire (forse è meglio dire scrivere) quello che penso. Per me la sincerità e la franchezza sono alla base di ogni rapporto umano. Sono pignola e puntigliosa ma disordinata e pasticciona allo stesso tempo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close