2019Formula 1

Formula 1 | Il limite del budget sarà la “maggiore distrazione” per i top team di Formula 1

Per la Renault, una volta che sarà applicato il “tetto massimo di bilancio”, i team maggiori avranno bisogno di effettuare dei licenziamenti

Topics

La guerra attorno al budget cap continua. Per essere competitivi in modo costante nella Formula 1 odierna, fatta di continuo sviluppo e ricerca di performance sempre più elevate, i team che vi partecipano hanno bisogno di impegnare molti capitali per cercare di assicurarsi in pista, risultati di anno in anno sempre migliori. Squadre come Mercedes, Ferrari, Red Bull dispongono di maggiori risorse e questo a sua volta è un chiaro vantaggio per i loro risultati.

Secondo l’amministratore delegato di Renault F1, Cyril Abiteboul, le restrizioni sui costi in arrivo per il 2021 potrebbero però cambiare la situazione. Conscio della situazione finanziaria attuale della Renault che al momento non è allo stesso livello dei top team, crede però che i team maggiori avranno delle difficoltà in futuro, visto che dovranno per forza di cose ridurre i costi e questo causerà loro un “grosso mal di testa”.

“Sappiamo di avere un enorme deficit di risorse rispetto alle squadre contro le quali vogliamo combattere”, ha detto. Ma sappiamo anche che cose come il budget cap a un certo punto prenderanno il sopravvento”.

“Non ha senso accumulare le risorse sapendo che poi dovremo ridurle.In un certo senso sarebbe poco professionale farlo, assumere persone che potremmo dover perdere in futuro.Sarà uno svantaggio continuare con la situazione attuale per i prossimi due anni, ma il nostro vantaggio è che non avremo la distrazione di dover pensare al futuro. Possiamo concentrarci sull’andare a correre, e non dover pensare a un piano di ridondanza che sarà una grande distrazione, diciamocelo, per la gestione di squadre che sono molto più grandi di noi“.

“Ci sono pro e contro, non mi lamento, abbiamo un piano e lo eseguiremo”.

La Renault, dopo che è tornata a lavorare ad Enstone nel 2016, ha investito pesantemente nella Formula 1 e per questo Abiteboul, si sente ottimista e  si aspetta di vedere i frutti di tale investimento all’inizio della prossima stagione. Alla domanda se fosse eccitato o nervoso per il 2019, Abiteboul ha detto: “Penso che sarebbe preoccupante se non vedessimo i miglioramenti che stiamo vedendo. Ma dobbiamo stare attenti. Non conosciamo i miglioramenti degli altri ma la mia fiducia, la fiducia e la mentalità positiva della squadra vengono dall’ energia che proviamo ovunque.”

“C’è un gruppo nuovo di persone che si sta unendo e capendo a vicenda poi ci sono i cambiamenti che Marcin [Budkowski] sta  attuando a Enstone e grazie a Viry, un certo numero di assunzioni, sono finalmente in atto. Tutto questo mi dà fiducia e ottimismo piuttosto che preoccupazione
per il prossimo anno”.

Gerardo Bianco

Topics
Pubblicità

Altri articoli interessanti

Back to top button