DichiarazioniGran Premio Ungheria

Formula 1 | GP Ungheria, Kimi Raikkonen: “Vogliamo vincere!”

Kimi Raikkonen crede che la Ferrari possa concedergli nuovamente l’occasione di tornare sul podio. Il pilota finlandese crede che la SF16-H possa essere finalmente più competitiva ed afferma: “Vogliamo vincere, non siamo qui per difendere un terzo posto. Vogliamo lottare per il campionato. Abbiamo bisogno di tornare a vincere e battere la Mercedes”.

Nonostante i risultati ottenuti ultimamente dalla Ferrari, Kimi Raikkonen crede che siano stati fatti comunque degli sviluppi importanti, anche se al momento non si sa quali sono i loro reali obiettivi. Il finlandese ha perciò affermato: “La monoposto che abbiamo oggi è migliore di quanto fosse all’inizio della stagione, ma non è ancora veloce come vorremmo. E’ difficile sapere con esattezza cosa fanno i nostri avversari, ma di sicuro in alcuni circuiti siamo più vicini al vertice, mentre in altri soffriamo molto. Questo purtroppo è quello che abbiamo visto in questa prima parte di campionato. Ma ci sono ancora molte gare davanti a noi, e questa è una notizia positiva. Attualmente è difficile poter prevedere quali saranno i nostri obiettivi, ma miglioreremo e spero abbastanza per poter vincere delle gare. Sappiamo quali sono i nostri punti deboli, si sta lavorando molto per risolverli, ma c’è bisogno di tempo. Abbiamo bisogno di un po’ di pazienza, ma sicuramente, in termini di pacchetto, quello che abbiamo a disposizione ora è migliore di quello che avevamo all’inizio dell’anno”.

Il tracciato ungherese nel corso degli anni è stato terreno di belle conquiste per Kimi Raikkonen, che qui è salito ben sette volte sul podio, tra cui la prima vittoria nel 2005. Nel momento in cui gli viene chiesto se ha un feeling particolare con questo tracciato, Kimi Raikkonen risponde, dicendo: “Non credo che ci siano segreti, né magie. Ci può stare un buon feeling con una pista, ma per concretizzare un risultato importante servono tante cose insieme. Per qualche motivo capita più spesso in alcune piste rispetto ad altre”.

Rispetto a tanti anni fa, gli obiettivi odierni sono differenti e ancora incerti, ma sicuramente la Ferrari dovrà guardarsi le spalle dall’attacco che la Red Bull proverà a sferrarle su un tracciato a loro favorevole. Kimi Raikkonen in realtà, non sa con certezza chi tra Mercedes e Red Bull sarà più temibile per loro, infatti afferma:
“Non sono in grado di dire ora chi dobbiamo temere di più. Rispetto a Silverstone sono sicuro che saremo più competitivi, ma non sono certo se sarà sufficiente o no. Nel corso di questa prima parte di stagione abbiamo visto molti alti e bassi dipesi dalle tipologie di piste e dalle condizioni ambientali, ma mi aspetto di essere molto vicino alla vetta. Capiremo qualcosa di più domani, anche se poi nelle prove libere non tutti girano nelle medesime condizioni. Ma un’idea più precisa in merito al feeling con la monoposto l’avremo”.

A proposito di Silverstone, il finlandese della Ferrari, ha così commentato la sua giornata di test: “E’ stata una prova utile che è arrivata dopo un fine settimana difficile. Abbiamo imparato un bel po’ di cose, riuscendo a capire quali siano stati i principali problemi che ci hanno afflitto durante il weekend di gara. Le condizioni erano diverse nel corso della giornata di test, ma siamo stati molto più veloci. E’ facile dirlo dopo, ma io continuo a pensare che se avessimo capito meglio i problemi durante il weekend di gara, le cose sarebbero andate molto diversamente a Silverstone”.

Topics
Pubblicità

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close