2019Formula 1Gran Premio Monaco

Formula 1 | GP Monaco 2019, Binotto: “Pensiamo al 2020”

Il team principal della Ferrari parla di Simone Resta e dei progetti futuri

Topics

Mattia Binotto ai microfoni di Sky Sport ha parlato a 360° della stagione in corso ma anche dei piani futuri.

Binotto non smentisce le indiscrezioni che vedono Simone Resta tornare nella scuderia del Cavallino: “Ho sentito il rumor, come un team cerchiamo sempre di migliorare noi stessi. Simone è stato in Ferrari in passato avendo avuto poi una grande esperienza in Sauber, ora Alfa. Stiamo pensando, penseremo, a lui per un ruolo in Ferrari in futuro, ma non è ancora qualcosa di deciso. Stiamo pensando a molte persone. Questa è una organizzazione molto dinamica, le persone vanno e vengono”.

La stagione 2019 sembra già andata e la Ferrari non farsi trovare impreparata l’anno prossimo: Il progetto 2020 è qualcosa su cui stiamo già lavorando. Già in estate il progetto dell’anno successivo è già quasi del tutto completato. Non è qualcosa di cui ci comincia a pensare in autunno. Stiamo lavorando in parallelo sui due progetti, dobbiamo migliorare il progetto di quest’anno per trasferire i miglioramenti sul progetto del prossimo anno”.

    “Ci manca senza dubbio qualcosa a livello di performance nei confronti di Mercedes, ma i giochi anche qui a Monaco sono ancora aperti. Vedremo cosa succede sabato e domenica. Per certi versi si può paragonare Monaco a Baku e li siamo andati bene. Domani abbiamo una giornata intera per lavorare e poi vediamo come vanno qualifica e qualifica. La Francia la ritengo molto simile a Spagna, non la vedo come una pista in cui potremmo essere favoriti, ma può essere l’occasione per vedere se abbiamo migliorato. Non si può cambiare un progetto come questo in poche settimane ma possiamo cercare di ottimizzare il nostro pacchetto. Nelle prime 5 gare ci sono stati tracciati in cui siamo stati competitivi. Credo, pertanto, che possano esserci altre piste in cui il nostro pacchetto potrà dimostrarsi nuovamente competitivo. Combatteremo giorno dopo giorno, gara dopo gara”.

, ha concluso l’italiano.

Topics
Pubblicità

Christian Caramia

Mi chiamo Christian e ho 27 anni, vivo a Martina Franca (Taranto). Appassionato fin da piccolo di Formula 1, da bambino i miei idoli erano Ayrton Senna e Jean Alesi. Sono cresciuto prima con Michael Schumacher e poi con Kimi Raikkonen. Grazie a loro sono qui a scrivere di questo magnifico sport.

Altri articoli interessanti

Back to top button