Gran Premio Malesia

Formula 1 | GP Malesia 2016, Sebastian Vettel si scusa con Nico Rosberg: “Proprio un bel gesto”

Nico Rosberg ha ricevuto una telefonata di scuse dal rivale in rosso Sebastian Vettel subito dopo il crash alla prima curva dello scorso GP di Sepang

Sebastian mi ha appena chiamato – ha affermato Nico Rosberg nel suo video post-garaMi ha chiesto scusa ed anche se non mi ridarà i punti che ho perso è bello sentire queste parole da uno come lui. Proprio un bel gesto”.
Questo è stato il commento finale del pilota tedesco della Mercedes nei confronti del ferrarista, un giudizio che inizialmente era diverso e che vedeva il crash al primo tornantino come un anonimo “incidente di percorso”.

Il video post-gara di Nico Rosberg

Nico Rosberg pensava che la sua gara fosse finita una volta che il compatriota dal cavallino rampante lo ha centrato appena duecento metri dopo lo start, ma poi è riuscito in un’entusiasmante rimonta fino a conquistare la medaglia di bronzo.
La mia partenza era buona, alla prima curva ero all’esterno di Hamilton quando ho sentito un colpo nel retrotreno della mia W07; credevo che la monoposto fosse rotta ed invece sono rimasto sorpreso del fatto che era ancora a posto nonostante fosse un po’ danneggiata”.

Poi sono andato all’attacco – continua Nico Rosberg – È stato divertente passare i miei avversari a destra ed a sinistra mentre per quanto riguarda la mia lotta con Kimi Raikkonen sì, sono stato un po’ aggressivo nei suoi confronti e di conseguenza accetto la penalità che mi è stata inflitta”.
Per fortuna non ha danneggiato il mio risultato finale, un buon terzo posto che ha limitato i danni. Anche se ero partito per vincere”.

Giulio Scrinzi

Sono nato il 21/04/1993 a Rovereto e fin da piccolo ho sempre avuto una forte passione per tutto ciò che è veloce e che ha un motore. La Formula 1 rappresenta per me un'opportunità come giornalista ma anche il sogno di una vita: diventare un pilota. I miei miti? Michael Schumacher e Ayrton Senna. Il mio motto? "Keep fighting".

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button