DichiarazioniGran Premio Giappone

Formula 1 | GP Giappone, Daniel Ricciardo: “Speravo in un risultato migliore in qualifica!”

Daniel Ricciardo sperava di ottenere un risultato migliore in qualifica, ma è comunque soddisfatto del long run e spera di poter disputare una bella gara domani

Il pilota australiano della Red Bull, Daniel Ricciardo a Suzuka ha ottenuto la sesta posizione, ma partirà dalla quinta per il Gran Premio del Giappone per la penalità che dovrà scontare Sebastian Vettel, che lo ha fatto scivolare al settimo posto. Daniel Ricciardo ha effettuato il crono di 1:31.240, invece durante la terza ed ultima sessione di prove libere aveva ottenuto la seconda posizione con il crono di 1:32.394.

Daniel Ricciardo aspirava ad un risultato migliore, come del resto anche la Red Bull stessa ed il suo compagno di squadra, infatti ha dichiarato: “A dire il vero speravo in un risultato migliore in qualifica. Sapevamo di essere davvero vicini alla Ferrari e non nascondo che speravamo di ottenere un risultato che ci permettesse di stare davanti a loro, ma loro avevano davvero un buon passo”.

Daniel Ricciardo ha bisogno di sapere cosa non ha funzionato in realtà, infatti ha affermato: “E’ un po’ frustrante non capire come mai stavamo perdendo troppo tempo sul rettilineo ed abbiamo assolutamente bisogno di scoprire il perché. Mi sentivo come se stessi facendo tutto quello che potevo fare, pur sapendo che non era abbastanza, però penso che il giro in sé era okay. Nel penultimo giro, penso che ho riscontrato un po’ di problemi nel settore 1, anche se non mi sentivo a mio agio con le gomme specialmente nell’ultima parte del giro”.

Il pilota australiano è comunque soddisfatto del long run e domani si giocherà il tutto per tutto, per ottenere un bel risultato, infatti ha dichiarato: “Sono soddisfatto del long run e dovremmo avere un ritmo simile a quello della Ferrari, perciò ci aspettiamo che loro siano i nostri veri avversari in gara. Anche se ci aspettiamo anche che la Mercedes faccia una gara piuttosto conservatrice per evitare spiacevoli problemi, abbassando così la loro supremazia in gara e dando la possibilità magari a noi di partire all’inseguimento, quindi vedremo cosa succederà domani. Inoltre abbiamo guadagnato una posizione grazie alla penalità inflitta a Sebastian, quindi partire in quinta posizione è meglio di partire in sesta e speriamo di poter disputare una bella gara domani”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button