DichiarazioniGran Premio Giappone

Formula 1 | GP Giappone, Max Verstappen: “Avremmo voluto essere davanti alle Ferrari!”

Max Verstappen avrebbe voluto ottenere un risultato migliore, piazzandosi davanti alle Ferrari, ma domani si giocherà comunque il tutto per tutto

Il pilota belga della Red Bull, Max Verstappen a Suzuka ha ottenuto la quinta posizione, ma partirà dalla quarta per il Gran Premio del Giappone per la penalità che dovrà scontare Sebastian Vettel, che lo ha fatto scivolare al settimo posto. Max Verstappen ha effettuato il crono di 1:31.178, invece durante la terza ed ultima sessione di prove libere aveva ottenuto la quarta posizione con il crono di 1:32.784.

Max Verstappen aspirava ad un risultato migliore, come del resto anche la Red Bull stessa, però afferma che questo risultato in qualifica non è poi così malaccio, perciò ha dichiarato: “Non è un cattivo risultato quello che ho ottenuto in qualifica, ma credo che tutta la squadra si aspettasse un risultato decisamente migliore. Avremmo voluto essere davanti alle Ferrari, eppure siamo stati molto vicini, ma il bilanciamento della nostra macchina non era dei migliori e non ha abbastanza funzionato per noi oggi. Infatti non siamo riusciti ad essere molto forti, dove solitamente invece lo siamo, questo potrebbe aver mutato le nostre condizioni, ma non ne sono del tutto sicuro”.

Grazie alla penalità inflitta a Sebastian Vettel per il pasticcio combinato al primo giro del Gran Premio della Malesia, Max Verstappen ha conquistato la quarta posizione, infatti ha dichiarato: “Partire dalla quarta posizione in griglia domani ci dà la possibilità di ottenere un buon risultato, in modo che possiamo ancora aspirare al podio e quindi tutto ciò è positivo. Il nostro passo di gara sembra discreto, ma ognuno sembra essere abbastanza forte in questo momento, quindi è abbastanza difficile dire da ora cosa accadrà domani”.

Il pilota belga è consapevole che non sarà semplice sorpassare sul tracciato di Suzuka, infatti ha affermato: “Sarà difficile superare qui e come si può vedere dalla qualifica siamo tutti abbastanza vicini, perciò mi aspetto la stessa cosa durante la gara. Se siamo in grado di avere un buon inizio, come in Malesia, allora potremmo ottenere un buon risultato. Tutti noi stasera parleremo e lavoreremo sodo per assicurarci di essere il più preparati possibile per la gara”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button