2018DichiarazioniFormula 1Gran Premio Brasile

Formula 1 | GP Brasile 2018: venerdì complicato in casa Mercedes!

Per la Mercedes è stato un venerdì altalenante ed impegnativo. Sia Lewis Hamilton che Valtteri Bottas vogliono che la vettura sia al top per la qualifica. Riusciranno a fronteggiare la Ferrari, che è agguerrita più che mai per il Mondiale Costruttori?

Topics

Venerdì complicato in casa Mercedes. I piloti delle frecce d’argento hanno affrontato un venerdì piuttosto impegnativo. Il divario tra i primi sei è stato di un secondo. Tuttavia, le temperature dovrebbero aumentare e le piogge cesseranno, quindi la Mercedes si concentrerà su come preparare la vettura al meglio per la qualifica. Lewis Hamilton che nella prima sessione di prove ha ottenuto la terza posizione, invece nella seconda sessione ha ottenuto la seconda, a riguardo ha dichiarato: “E’ stata una giornata relativamente normale, abbiamo fatto tutto il necessario, sembra che la vettura stia facendo meglio rispetto al Messico, ma stiamo ancora lavorando su alcuni problemi”.

“Il ritmo non sembra così male, ma dobbiamo continuare a lavorare e migliorarlo. Durante i bloccaggi, la monoposto era difficile da controllare. Il meteo prevede pioggia, ed io adoro guidare sotto la pioggia, quindi non sarebbe un problema per me, ma dobbiamo essere ugualmente sicuri di essere abbastanza veloci sull’asciutto. Le prime sei vetture sono vicinissime tra loro, ma penso che ci sia più potenziale nella nostra vettura, quindi dobbiamo solo spremerlo” ha così concluso il pilota britannico della Mercedes.

Valtteri Bottas che invece ha ottenuto la sesta posizione nella prima sessione di prove ed è stato il più veloce nella seconda, a riguardo ha affermato: “E’ stata una giornata un po’ mista, la seconda sessione è andata molto meglio rispetto alla prima. La mattinata è stata abbastanza difficile, è stato facile commettere errori, ho avuto alcuni bloccaggi e giri abortiti, perciò è stato difficile ottenere un buon passo. Siamo poi riusciti a migliorare la vettura e quindi sono riuscito a trovare un ritmo che sembrava buono, ma è una pista corta, quindi i margini di miglioramento sono piccoli”.

“Non c’era molto degrado degli pneumatici oggi, ma pensiamo che le temperature saliranno, quindi dovremo aspettare e vedere se questo potrebbe causarci dei problemi, sembra che domani potrebbe piovere, ma la monoposto è andata bene sul bagnato tutto l’anno, quindi non penso che sia un grosso problema per noi, tra le prime tre squadre tutto è molto vicino, quindi non possiamo sentirci soddisfatti dei nostri risultati e continueremo a spingere” ha così concluso il finlandese della Mercedes.

Topics
Pubblicità

Sabrina Aceto

Mi chiamo Sabrina ho 27 anni e sono milanista sfegatata da quando sono nata. Quando meno me l'aspettavo, la Formula 1 mi ha stravolto la vita e grazie a Fernando Alonso e ad Ayrton Senna mi sono innamorata di questo magico sport. Avere due miti come loro è un vero onore ed essere Alonsista è pura magia! Il mio tifare per il pilota, agli occhi di molti mi rende una tifosa atipica, ma come dice il mio cantante preferito Nesli “Cosa diranno non importa, non conta più, perché alla fine ciò che resta sei solo TU!” Ed è vero, ciò che conta veramente sono le emozioni ed i valori che una persona riesce a trasmetterci, ciò che dicono gli altri non ha importanza.

Altri articoli interessanti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button