DichiarazioniFormula 1Gran Premio Azerbaijan

Formula 1 | GP Azerbaijan 2019, Magnussen: “Il comportamento di Hamilton? Inutile”

Il pilota della Haas non è d’accordo con quanto accaduto durante le seconde prove libere di ieri, sottolineando la colpa di Hamilton e descrivendone il comportamento come totalmente inutile

Il Gran Premio di Baku è certamente iniziato all’insegna dello spettacolo, anche se Kevin Magnussen probabilmente avrebbe preferito non essere uno dei protagonisti di tutto ciò che è accaduto in pista solamente durante il primo giorno di prove libere.

Il danese della Haas, infatti, è stato coinvolto in un episodio che ha visto come protagonista anche Lewis Hamilton e la sua Mercedes.

Mentre la seconda sessione di prove libere si avvicina al termine, entrambi i piloti si apprestavano a rientrare ai box, quando il pilota britannico ha lanciato la sua monoposto in sorpasso proprio su quella di Magnussen.

Risultato? Una scia di scintille provenienti dal muso della Freccia d’Argento. Ma non è finita qui: un giro più tardi, Hamilton ha ceduto il passo allo stesso Magnussen, avviandosi verso la fine delle FP2.

Secondo il danese, si è trattato di un’azione completamente superflua, che non avrebbe apportato alcun vantaggio a Hamilton, che invece avrebbe messo a rischio le prestazioni di entrambi.

C’era bandiera gialla durante quel giro e ci era stato detto di interrompere i nostri giri se fosse successo. Poi è stata dichiarata la fine della sessione. Quindi non so perché avesse tanta fretta, era completamente inutile”.

Tuttavia, l’opinione di Magnussen non è stata accolta positivamente da tutti coloro che hanno potuto assistere alla scena; l’ex pilota Karun Chandhok, infatti, si è schierato dalla parte di Hamilton.

Stavano facendo dei giri, stavano andando lenti, avrebbe dovuto semplicemente farlo passare. Non capisco perché Kevin si sia sentito così tanto coinvolto in qualcosa accaduto durante la sessione di prove libere, quando in realtà non importava”.

Insomma, opinioni diverse che però lasciano presagire un Gran Premio agitato e sicuramente all’insegna dello spettacolo e dell’azione in pista…proprio come ormai è tipico di Baku!

Anna Vialetto

Anna è sinonimo di determinazione, concentrazione e curiosità. Ho sempre studiato e lavorato per rincorrere e realizzare i miei sogni, con l'obiettivo di concretizzarli in quella che è la mia più grande passione: l'automotive. La Formula 1 per me è parte integrante della mia personalità: il rombo dei motori, i sorpassi all’ultimo centimetro, la velocità delle monoposto. Ma soprattutto, tutto il mondo che sta dietro allo spettacolo in pista: l'organizzazione, la comunicazione, il marketing, l'energia...la stessa che, fin da quand'ero bambina, mi ha portata a coltivare questo grande amore.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Pulsante per tornare all'inizio